fbpx
play_arrow

keyboard_arrow_right

skip_previous play_arrow skip_next
00:00 00:00
playlist_play chevron_left
volume_up
chevron_left
  • play_arrow

    Young Premi PLAY per ascoltare

  • play_arrow

    Deep

  • play_arrow

    Relax

  • play_arrow

    Passion

YCB

YCGames: dai cabinati al successo

today10 Gennaio 2024

Background
share close

Soundtrack da ascoltare durante la lettura: “Super Mario (Main Theme)”– Super Mario Bros

Si sa che nuovo anno è uguale a nuovi giochi, ma qualcosa che “si sa” un po’ di meno è come ci siamo arrivati a questi giochispoiler: l’argomento sarà proprio questo -.

Pong non è stato il primo

Ph. Credits @ben_neal, Unsplash - gioco
Ph. Credits @ben_neal, Unsplash

Nella cultura popolare, si pensa che il primo videogioco della storia sia stato Pong, uno dei titoli iniziali ad uscire sul mercato. Tuttavia c’erano già stati molti predecessori: Bertie The Brain; un tris che  portava con sé l’utilizzo di algoritmi come avversario; oppure, ancora più antico, Cathode ray tube amusement deviceno non è il nome di un’entità demoniaca -. Quest’ultimo consisteva nel guidare un missile sui nemici, rappresentato attraverso gli input di un tubo catodico.

Divertimento complesso

Ph. Credits @nintendoamerica, Instagram Official Page - gioco
Ph. Credits @nintendoamerica, Instagram Official Page

C’è da dire che fino ad ora abbiamo parlato di giochi molto basilari. Fra pong e tris non ci vuole sicuramente una grande abilità a capire come funzionino e questo, in qualche maniera, ha acceso una scintilla nell’industria videoludica. Una compagnia in particolare, la Nintendo, si affermò con un gioco: Super Mario Bros. Il titolo consiste in delle meccaniche a scorrimento in cui rappresentiamo un rosso idraulico di nome Mario che deve salvare la principessa dalle grinfie di Bowser, una tartaruga sputafiamme.

Più profondità col 3D

Ph. Credits @playstation, Instagram Official Page - gioco
Ph. Credits @playstation, Instagram Official Page

Dopo Super Mario uscirono moltissimi videogiochi – e per elencarli tutti mi servirebbe ben più di un articolo -, però ci fu un periodo nella storia videoludica che stravolse il gaming: l’invenzione del 3D. Mario fu il primo ad ottenere l’utilizzo di poligoni anziché pixel, dando al personaggio una fisicità maggiore. Da lì poi, sebbene tutto fu innovato dall’introduzione del gioco online, non ci furono modifiche che cambiarono il livello di spazio grafico – anche perché un gioco o è in 3D o è in 2D –. Si cercò sempre di più di ottenere un’ottimizzazione grafica dando vita a titoli sempre più tendenti al realismo. 

I videogiochi, tuttavia, sono sempre in evoluzione migliaia di titoli costellano le uscite annuali e aspettano solo voi, basta che leggiate altri articoli e lo scoprirete.

Scritto da: Francesco Apruzzesi

Written by: Ro Vendittelli

Previous post

Post comments (0)

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0%