fbpx
play_arrow

keyboard_arrow_right

skip_previous play_arrow skip_next
00:00 00:00
playlist_play chevron_left
volume_up
chevron_left
  • play_arrow

    Young Premi PLAY per ascoltare

  • play_arrow

    Deep

  • play_arrow

    Relax

  • play_arrow

    Passion

YCB

Pasqua: uova, cioccolata e molto di più!

today30 Marzo 2024

Background
share close

Soundtrack da ascoltare durante la lettura: “Easter” – Patti Smith

Ormai, la Pasqua è alle porte, e dobbiamo dire che questa settimana di vacanza era proprio necessaria. La Pasqua è una festa estremamente affascinante, che nasconde moltissime curiosità interessanti. Per il cristianesimo, quello è il giorno della resurrezione di Cristo, per questo cade sempre di domenica! Ma non è una domenica di marzo o d’aprile presa a caso, c’è un calcolo preciso per stabilirla. Si tratta, infatti, della domenica successiva alla prima luna piena di primavera. Per questo il suo arrivo è così variabile!

Chicche di etimologia

La prima cosa che si chiede quando si conosce una persona è il proprio nome, che, a volte, ci dice tanto sulla sua origine e sulla sua storia. E lo stesso vale per la Pasqua. La parola deriva dall’ebraico antico, pesah’, che significa passaggio. Per la cultura ebraica, questa festività – che cade vicino a quella cristiana, ma che dura 8 giorni – ricorda la liberazione del popolo dall’Egitto e il lungo viaggio affrontato successivamente. Insomma, un nome affatto casuale!

Uovo: da sempre, per sempre

Pasqua
Ph. Credits @Annette su pixabay.com

L’uovo, oltre ad essere quello della Pasqua, è anche, per eccellenza, simbolo della vita. Proprio per questo, la tradizione di scambiarsi le uova è molto più antica della Pasqua stessa. Del resto, quale dono migliore se non l’allegria della vita e della rinascita? E se è di cioccolata, ancora meglio!

Il coniglietto

Pasqua
Ph. Credits @12019 su pixabay.com

Il coniglietto è un altro simbolo iconico di questa festività. Per le sue capacità riproduttive, è emblema della fertilità. Questo personaggio comincia a prendere piede con il luteranesimo, ed è considerato una sorta di Babbo Natale: porta doni, uova e dolci nelle case dei bambini. Ad una condizione, però: devono essersi comportati bene. Questa figura viene nominata per la prima volta nel trattato del 1682 “De ovis paschalibus di Georg Franck Von Franckenau. Se quest’anno volesse portarci qualche cioccolatino in più, gliene saremmo molto grati!

Ora che conoscete meglio questa festa, potrete passarla nel migliore dei modi. Non badate a spese per le uova, Pasqua viene una volta l’anno e va sfruttata al meglio. Una visita dal dentista e un po’ di mal di pancia sono rischi che sono disposta a correre.

Auguri a tutti! 

Written by: Benedetta Bini

Previous post

Post comments (0)

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0%