fbpx
play_arrow

keyboard_arrow_right

skip_previous play_arrow skip_next
00:00 00:00
playlist_play chevron_left
volume_up
chevron_left
  • play_arrow

    Young Premi PLAY per ascoltare

  • play_arrow

    Deep

  • play_arrow

    Relax

  • play_arrow

    Passion

YCB

Pioggia: da un’altra prospettiva

today30 Gennaio 2024

Background
share close

Soundtrack da ascoltare durante la lettura: “La pioggia è uno stato d’animo” – Follya

La pioggia, come dice la canzone dei Follya, è un vero e proprio stato d’animo. Troppe volte ci succede di alzarci dal letto amareggiati da questa presenza ingombrante e, per molti, poco piacevole. D’altro canto, però, esistono insoliti esseri umani che preferiscono la pioggia al sole, probabilmente per il suo fascino misterioso. Del resto, riflettendoci, è un fenomeno molto particolare, ma spesso non ne apprezziamo la bellezza, per via dell’abitudine. Perciò, per conoscerla un po’ meglio e scoprire qualcosa in più al riguardo, cerchiamo di osservarla da un’altra prospettiva. Chi lo sa, magari ci starà un po’ più simpatica!

Virga, la pioggia incompleta

Ph. Credits @www.meteosvizzera.admin.ch

Se vi è mai capitato di osservare un fenomeno del genere, di certo avete assistito ad uno spettacolo molto curioso. Infatti, prende il nome di Virga, e possiamo soprannominarla una “pioggia incompleta”. In questo particolare evento atmosferico, la precipitazione cade da una nube, ma non arriva a terra, perché durante il percorso le gocce evaporano o sublimano. Inoltre, se alla pioggia si aggiunge il vento, la Virga assume una forma più curva. Insomma, uno show naturale molto interessante, proprio perché riusciamo a vedere l’acqua ma non a percepirla sulla pelle – e per fortuna aggiungerei! -.

Odore di pioggia

Scommetto che a tutti noi è capitato di svegliarci la mattina col sole e di chiederci se la notte appena trascorsa abbiamo effettivamente sentito la pioggia o il nostro vicino ha lasciato il rubinetto acceso – in dormiveglia tutto è possibile -. Il modo migliore per scoprirlo è affacciarsi alla finestra e… annusare. La pioggia, infatti, lascia un odore capace di trasmettere una grandissima serenità, collegata probabilmente all’idea di purezza che percepiamo. Questo profumo ha, all’origine, lo “scoppio” di tutte le bolle d’aria contenute nel terreno nel momento dell’impatto con la goccia. Queste bollicine, che contengono sostanze con un determinato odore, vengono rilasciate nell’ambiente, e da qui nasce il petricore.

Pioggia
Ph. Credits @Roman Grac su pixabay.com

Gocce e freccette

In numerosi villaggi turistici, una delle attrazioni principali dell’animazione è il torneo di freccette. Sicuramente, l’accessibilità di questa attività è uno dei suoi punti di forza. Le regole le conoscono praticamente tutti, e, se così non fosse, sono facilmente intuibili. Anche se, a mio modesto parere, la difficoltà di questo gioco è sottovalutata: io non riesco a fare centro nella vita, figuriamoci a freccette! Ma veniamo al dunque: cosa c’entra la pioggia? La leggenda vuole che un gruppo di arcieri inglesi, in una giornata di maltempo, si ripararono in un granaio e, per ammazzare il tempo, incominciarono a dilettarsi nel lancio delle loro frecce su un ceppo di legno. E da quel momento iniziò ufficialmente la grande tradizione popolare delle freccette, che ci portiamo dietro ancora oggi, nei villaggi turistici e non solo. Possiamo dire che senza la pioggia, magari non sarebbe mai accaduto!

Non vi dico che, da adesso in poi, ogni volta che vedrete una nuvola salterete di gioia per la presenza della vostra migliore amica, ma forse conoscerla ci aiuterà a viverla al meglio possibile!

Written by: Benedetta Bini

Previous post

Post comments (0)

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0%