fbpx

Young

Premi PLAY per ascoltare

Traccia corrente

Titolo

Artista

Show attuale

Oroscopo

07:00 07:03

Show attuale

Oroscopo

07:00 07:03


Wrabel, due passi nella sua canzone

Scritto da il 4 Gennaio 2021

Soundtrack da ascoltare durante la lettura:The Village” – Wrabel

Stephen Wrabel, conosciuto semplicemente come Wrabel, è un musicista, cantautore americano che, scrivendo brani e collaborando con Kesha, P!nk, Marshmello e molti altri, ha ricevuto la nomina per uno dei migliori 20 album LGBTQ da Billboard pride nel 2019.

E oggi, proprio tre giorni prima del suo compleanno, vi verrà raccontato un suo brano, perciò inserite le cuffiette e fate partire la musica.

Let’s the music stats

In nature, a flock will attack
any bird that is more colorful
than the others
because being different
is seen as a threat…

In natura, uno stormo tende ad attaccare
qualunque uccello sia più colorato
degli altri
perchè essere diversi
è visto come una minaccia..

Incipit video

Il video mostra la storia di un adolescente americano che abita in un piccolo paese. Ma questo ragazzo è diverso dagli altri perché è un trans FtM.

No, your mum don’t get it
And your dad don’t get it
Uncle John don’t get it

And you can’t tell grandma
‘Cause her heart can’t take it
And she might not make it

The Village – Wrabel

Non puoi dirlo a nessuno, perché i tuoi genitori o i parenti della loro generazione non capirebbero se non l’hanno mai affrontato. Loro sono fermi nelle loro convinzioni.

Non puoi dirlo nemmeno alla gentile nonna, che fin dalla tua infanzia si prende cura di te, perché non sai ne se potrebbe capire, ne se potrebbe accettarlo.

Sei solo con un segreto schiacciante.

They say: “Don’t dare, don’t even go there”
“Cutting off your long hair”
“You do as you’re told”
Tell you: “Wake up, go put on your make up”
“This is just a phase you’re gonna outgrow”

E mentre sei schiacciato da come devi essere, da come ti impongono di apparire.

I capelli lunghi ti danno fastidio, ti mettono a disagio, ma non puoi tagliarli, perché altrimenti non appari femminile – oppure li vuoi far crescere, ma altrimenti non appari abbastanza mascolino – .

Ti rifugi nelle tue passioni. Per fuggire al peso di ciò che altri vogliono.

E lo stesso avviene al protagonista del video, interpretato da August Aidan, che si rifugia nella pittura di un quadro che vediamo solo in parte.

There’s something wrong in the village
In the village, oh
They stare in the village
In the village, oh

There’s nothing wrong with you
It’s true, it’s true
There’s something wrong with the village
With the village
There’s something wrong with the village

ritornello

Non è vero, non c’è nulla di sbagliato in te” è questo il messaggio che ritornello ribadisce.

Non c’è nulla di sbagliato nell’essere se stessi. Sbagliato è non accettare qualcuno per questo.

Perché dobbiamo essere tutti uguali? Non siamo alla fine tutti unici?

Feel the rumors follow you
From Monday all the way to Friday dinner
You got one day oh shelter
Then it’s Sunday hell to pay, young lost sinner

Senti che ti parlano dietro, perché lo sanno che sei diverso, che non ti uniformi, nonostante tutti tuoi sforzi.

Tutti i giorni ti senti oppresso, hai bisogno di un momento di pace, di tranquillità. Hai bisogno di respirare.

Ed eccolo che arriva, il giorno più complicato: la Domenica o qualsiasi altro giorno in cui si va a pregare.

Well, I’ve been there, sitting in the same chair
Whispering that same prayer half a million times
It’s a lie, though burried in disciples
One page of the Bibble isn’t worth a life

Mentre dici la preghiera, che ormai hai pronunciato mezzo milione di volte, se non di più, pensi che è tutto sbagliato. È tutto una bugia. Perchè come può una pagina di un testo sacro valere più di una vita umana?

Come può valere più della felicità di una persona?

E mentre Wrabel pronuncia queste parole, il ragazzo ha la forza ti tagliarsi i lunghi capelli, rasarsi ed indossare il binder. Ha il coraggio di esprimere sé stesso.

Wrabel
August Aidan nel videoclip di The Village

E mentre il ritornello suona, lui corre via di casa, dopo un confronto con la famiglia che non ha certo bisogno di parole per essere compreso. Immagini di lui com’era prima affollano la mente, l’angoscia sale.

Poi si ferma e prende il respiro di cui ha tanto bisogno. Osserva uno stormo d’uccelli e tante immagini di persone come lui affollano la mante.

Il messaggio è chiaro: “Sii te stesso”

Ed ecco, mentre il ritornello viene ripetuto una seconda volta, l’ultima, Il ragazzo diventa la tela di se stesso.

Così, mentre va a scuola con il volto pitturato dai colori sgargianti, vediamo finalmente il quadro. Uno stormo di uccelli tutti uguali attorno ad uno più grande, colorato e bellissimo.

Wrabel
August Aidan nel videoclip di The Village

Lui diventa l’uccello colorato, ma alla fine lo siamo tutti, e questo lo sa anche Wrabel, perchè come all’inizio anche alla fine lascia un messaggio:

Dedicated to all the colorful birds

Taggato come

Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.