fbpx
play_arrow

keyboard_arrow_right

skip_previous play_arrow skip_next
00:00 00:00
playlist_play chevron_left
volume_up
chevron_left
  • play_arrow

    Young Premi PLAY per ascoltare

  • play_arrow

    Deep

  • play_arrow

    Relax

  • play_arrow

    Passion

Cultura

Venti minuti di paura

today28 Giugno 2020

Background

Durante la lettura si consiglia l’ascolto del brano: ” The Shape Lurks – Halloween”

I mostri sono reali e anche i fantasmi sono reali. Vivono dentro di noi e, a volte, vincono

Monsters are real, and ghosts are real too. They live inside us, and sometimes, they win.

Stephen King – Shining

Durante la quarantena sono tornati in voga, come soluzione all’impossibilità di andare al cinema, i drive-in e, vista anche l’impossibilità di andare ai parchi divertimenti, l’agenzia giapponese Kowagarasetai, che opera nell’ambito delle attrazioni horror, si è ingegnata per fondere queste due cose insieme.

Nasce così un drive-in a tema horror, totalmente sicuro e che consente di mantenere le distanze.

Per entrare bisogna pagare una tariffa di 8000 yen, circa 66/67 euro, a vettura, non a persona. La storia s’innesca quando il clacson viene suonato per tre volte e, così, dalle casse parte la narrazione dei retroscena:

in questo garage si è verificato un orribile incidente molto tempo fa e adesso, tutti coloro che parcheggiano la propria auto all’interno di quest’area e suonano tre volte il clacson, vedranno accadere qualcosa di terrificante

Durante i venti minuti seguenti faranno le loro apparizioni mostri, spiriti e non morti per spaventare i clienti, come in una casa stregata.

L’allestimento durerà due giorni, il 4 e il 5 luglio e solo nel secondo giorno verranno messe a disposizione, a chi si è recato a piedi, le macchine dell’agenzia, con un’aggiunta di 1000 yen al costo finale.

L’essere che, sotto il letto, aspetta di afferrarmi la caviglia non è reale. Lo so. E so anche che se sto bene attento a tenere i piedi sotto le coperte, non riuscirà mai ad afferrarmi la caviglia.

Stephen King – A volte ritornano

Written by: Aurora Vendittelli

Previous post

News

50 anni dal primo Gay Pride: l’orgoglio lgbt+ in tutto il mondo

Durante la lettura si consigli al'ascolto del brano "Crazy In Love - Beyoncè ft. Jay-Z". Oggi, 28 giugno, ricorrono i 50 anni dal primo Pride (allora chiamato Gay Pride), che si tenne a New York nel 1970 per celebrare i Moti di Stonewall dell'anno prima. La notte del 27 giugno 1969 avvenne infatti il primo scontro, quando la polizia irruppe nello Stonewall Inn, un bar gay nel quartiere di Manhattan. La battaglia continuò nelle strade del Greenwich Village per […]

today28 Giugno 2020

Post comments (0)

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0%