fbpx

Young

Premi PLAY per ascoltare

Traccia corrente

Titolo

Artista

Show attuale

Valentina

09:00 11:00

Show attuale

Valentina

09:00 11:00


U2: veri o virtuali?

Scritto da il 20 Marzo 2021

Soundtrack da ascoltare durante la lettura: Where The Streets Have No Name – U2

Quale miglior data del St. Patrick’s Day poteva essere scelta dalla band irlandese per eccellenza per dare il via ad una carrellata online dei quattro concerti storici? Saranno trasmessi in altrettanti imperdibili appuntamenti settimanali, con audio ed immagini restaurate direttamente sul loro canale Youtube. Nessun accredito né complessa registrazione su nuove piattaforme, solo tante energiche vibrazioni per dare un po’ di luce a questo periodo di assenza di momenti musicali live.

I live scelti non sono casuali, si tratta di tutte esibizioni storiche che hanno segnato la carriera degli U2, e che sono scolpite irrimediabilmente nella loro memoria e in quella dei fan.

“Ogni spettacolo è memorabile per noi, ma questi quattro in particolare… È emozionante essere di nuovo in viaggio… Abbracciando, seppur virtualmente, tutti i nostri fan… E specialmente è emozionante essere insieme a questi formidabili compagni di viaggio come Dermot Kennedy, Fontaines D.C., Carla Morrison e Feu Chatterton”

Bono, AAdam, Larry e the Edge

Così affermano Bono, The Edge, Adam e Larry.

Il primo show è stato infatti una celebrazione dei vent’anni dal primo live della band nel mitico Slane Castle, sulle rive del fiume Boyne. Per la prossima data del 25 marzo il menù prevede invece la leggendaria esibizione sotto la pioggia… ce la ricordiamo tutti, vero?

U2: Live at Red Rocks, registrato nel 1983 al Red Rocks Amphitheatre in Colorado, durante il War Tour. Ad aprire il concerto un altro gruppo d’eccezione, anche loro irlandesi: i Fontaines D.C. nominati tra l’altro agli ultimi Grammy.

I successivi due appuntamenti del Virtual Road Show si avvicendano in linea temporale, come tappe lungo una strada che conduce al presente.

Popmart: Live From Mexico City è la performance scelta per il live del 1° aprile, aperto dalla talentuosa Carla Morrison, cantante indie-pop di orgini messicane.

L’ultimo appuntamento ci farà rivivere l’emozione di quell’esibizione avvenuta a Parigi nel dicembre 2015, appena un mese dopo gli attentati terroristici che avevano fatto tremare il mondo e che gli U2 avevano voluto ridestare di speranza con la loro musica.

La Virtual Road ci piace immaginarla una strada ancora in costruzione, dritta verso nuovi orizzonti di sperimentazioni sonore ed orientata ad altrettante tappe di emozionanti performance.

Taggato come

Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.