fbpx

Young

Premi PLAY per ascoltare

Traccia corrente

Titolo

Artista

Show attuale

Valentina

09:00 11:00

Show attuale

Valentina

09:00 11:00


Tutti i colori: Ci sono cose che non si devono accettare

Scritto da il 8 Marzo 2021

Soundtrack da ascoltare durante la lettura: “Rebel Girl” – Bikini kill

Oggi è l‘8 marzo e chissà quante donne hanno già ricevuto dei fiori di mimosa.

Ed è proprio di donne che oggi parleremo:

Girl Power

Film uscito mercoledì scorso ( 3 marzo 2021) su Netflix fa veramente molto riflettere.

In una scuola, dove il maschilismo regna sovrano e i ragazzi fanno una lista di tutte le frequentatrici del liceo votando “il miglior davanzale“, “il più bel lato Bl’arrivo di Lucy cambia totalmente le cose.

Lucy si ribella e fa notare tutto questo alla preside che sminuisce e consiglia di ignorare il tutto per non dover sbattere la faccia contro la dolorosa realtà.

Vivian è invece una ragazza calma e silenziosa, che sta nell’ombra e che inizia a notare quanto Lucy abbia ragione. Iniziando a sfogliare i ricordi liceali della madre, che si era battuta contro il patriarcato, comincia a scrivere una rivista anonima, Moxie, dove denuncia tutto questo e fa in modo che le ragazze lo leggano, distribuendola nei bagni femminili.

Cominciano così gli appelli di protesta ed i simboli, iniziando da piccole cose, come disegnarsi sulle mani cuori e stelle, per poi arrivare a chiedere a tutte di protestare contro un’ingiustizia successa ad una ragazza, a causa del suo corpo.

Ma mantenere l’identità segreta è difficile, soprattutto quando inizia a sentirsi in colpa per le conseguenze che inevitabilmente arrivano.

Riflettendoci

Se ci pensiamo è vero.

In molte scuole le ragazze non posso indossare canottiere o gonne “troppo corte” perché altrimenti i ragazzi si distraggono o vengono provocate.

Vengono costantemente fatte liste come “la più carina” o “la più approcciabile“, basandosi sul corpo delle ragazze, come se fossero oggetti o prive di sentimenti.

Mette a disagio, come fa salire la rabbia il fatto che molte scuole cerchino di evitare di vedere questa realtà. Come fa vedere di sia il trailer che una delle prime sequenze di Girl Power:

Professore: Lucy, visto che hai letto il libro per l’estate ti farò la domanda che a quanto pare ora dobbiamo fare riguardo a qualunque opera d’arte, qualunque sia l’argomento o il periodo in cui è nata: Come sono rappresentate le donne?

Lucy: Beh…Credo che la vera domanda sia “Perché leggiamo ancora questo libro?“. È l’opera di un tizio ricco e bianco su un altro tizio ricco e bianco e dovremmo…dispiacerci per lui perché ossessionato dall’unica ragazza che non può avere? Cioè, se lo scopo è studiare il sogno americano.. dovremmo leggere di immigrati. O della classe operaia. O delle madri nere, o.. di qualcuno che non possiede già una villa. Perché non leggiamo Sandra Sinderos o –

Mitchell: Io l’ho trovato un libro stupendo.

Lucy: Ehy, stavo parlando io. È che-


[… ]
Mitchell: Ok, non mi stai ascoltando. La gente legge e ama Il Grande Gatsby da sempre. Ci sarà pure qualcosa in questo libro che fa si che lo leggiamo ogni singolo anno a scuola.

Il prof: Parole degne di un vero Nick Garroway ( indicando Mitchell) …

Girl Power

Voi cosa ne pensate di tutto questo?

Taggato come

Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.