fbpx
play_arrow

keyboard_arrow_right

skip_previous play_arrow skip_next
00:00 00:00
playlist_play chevron_left
volume_up
chevron_left
  • play_arrow

    Young Premi PLAY per ascoltare

  • play_arrow

    Deep

  • play_arrow

    Relax

  • play_arrow

    Passion

Cinema e TV

The Sandman: Sogno o son desto?

today23 Agosto 2022

Background
share close

Soundtrack da ascoltare durante la lettura: “Sweet Dreams -Are Made Of This-” – Eurythmics, Annie Lennox, Dave Stewart

Sta impazzando la nuova serie della DC, The Sandman, e da Netflix sta facendo il giro del web.

Ma, ovviamente, vorrei parlarvi di questa serie senza farvi spoiler; perciò, non preoccupatevi se non l’avete ancora vista e continuate a leggere.

Gli Eterni

Gli Eterni sono una famiglia, altamente disfunzionale, di sette componenti. –Tra loro e gli Hargreeves non saprei identificare la peggiore. Forse gli Eterni, ma non ci scommetterei un capello-.

Sogno a sinistra e Morte a destra, nei fumetti

Desiderio, Destino, Dream – aka Morfeo o Sogno– , Death –Morte-, Distruzione, Disperazione e Desiderio ideati da Neil Gaiman e sono tra gli esseri più potenti del multiverso DC.

Sogno in particolare, che è strettamente legato sia al mondo del suo regno, che ha creato e governa, sia al Mondo della Veglia, la realtà dove viviamo le nostre giornate da vigili, perché si influenzano l’un l’altro. Viene infatti ribadito numerose volte che gli Eterni sono nati e sono al servizio degli umani, non il contrario. Nonostante gli esseri immortali abbiano la tendenza a dimenticarlo.

La serie tv

La serie inizia con Morfeo che, dando la caccia ad un incubo scappato al suo controllo, viene intrappolato da un umano per cento anni in uno scantinato. Potrei dirvi i vari dettagli, le magie e i sigilli; ma la sostanza è quella.

Sì, lo so: vi ho fatto tutto il preambolo spiegandovi quanto siano potenti gli Eterni e poi vi dico che un semplice umano lo cattura per cent’anni. Giuro che non vi sto prendendo in giro-.

E la storia si sviluppa, tramite vari punti di vista, seguendo il caro e simpatico Morfy in giro tra i due mondi, importunando tutti gli esseri viventi e non che incontra, per recuperare i suoi oggetti magici altamente pericolosi e rimettere in ordine il suo regno. – A suo favore bisogna dire che salva qualche volta l’umanità-.

Perciò ci ritroviamo immersi in un mondo di favola e incubo, con un “uomo” –teoricamente non hanno un genere specifico- orgoglioso, testardo e che vuole fare di testa sua, che impara, piano piano, dai suoi innumerevoli errori.

L’essenza di un sogno

Pensando a Sogno, non possono non pensare ad altri personaggi di libri che piano piano, proprio come lui, iniziano a provare rimorso e compassione, ad abbassare i loro scudi e a chiedere aiuto. E questo, grazie a Tom Sturridge è reso benissimo.

Mentre lo seguiamo nelle sue avventure ci rendiamo poco conto del messaggio, non tanto subliminale, che ci viene dato.

Una delle cose che Sogno preferisce fare è ricordare agli altri di come il suo dominio sia fondamentale non solo per il Mondo della Veglia, ma per tutti i reami; perché tutti sognano.

I sogni diventano la Speranza, che nemmeno Lucifero -Sì, c’è anche Lucy- può soffocare e spegnere; diventano il motivo per cui tutti noi andiamo avanti e viviamo.

E, alla fine di questo “monologo”, vi serve un’altra ragione per andare a guardare la serie?

La CGI è fantastica. – Eccovi un altro motivo. Vi sto viziando troppo-.

Written by: Aurora Vendittelli

Previous post

Post comments (0)

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0%