fbpx

Young

Premi PLAY per ascoltare

Traccia corrente

Titolo

Artista


The Gentleman, il nuovo film di Guy Ritchie

Scritto da il 19 Dicembre 2020

Soundtrack da ascoltare durante la lettura: “Shimmy Shimmy Ya” – El Michels Affair

Ad inizio dicembre, su Amazon Prime Video, è uscito l’ultimo film di Guy Ritchie: The Gentleman. Con un cast d’eccezione composto in particolare da Matthew McConaughey, Charlie Hunnam, Michelle Dockery, Hugh Grant e Colin Farrell, Ritchie ritorna al genere del gangster movie che tanto lo aveva reso famoso. Film come Lock & Stock – Pazzi Scatenati e The Snatch – Lo Strappo sono diventati dei veri e propri cult, proprio per il modo peculiare in cui il regista inglese declina il genere del gangster movie.

Incipit

Con The Gentleman la formula non cambia. Ritchie ci racconta, in maniera tragicomica, vicende legate alla criminalità inglese. In questo caso seguiamo la storia di Michael “Mickey” Pearson (interpetato da McConaughey), un americano trasferitosi in Inghilterra che ha fatto una fortuna con il commercio della cannabis. Ormai stanco della vita da criminale, Mickey decide di imborghesirsi, cercando di vendere il suo impero al miglior offerente. Come da copione però, venderlo non sarà così facile, e i vari personaggi del film si ritroveranno così catapultati in situazioni spiacevoli quanto grottesche.

Un patto

Parte interessante della pellicola è il modo in cui la trama è raccontata. Facciamo sin da subito la conoscenza di Fletcher, interpretato da Hugh Grant, un investigatore privato che, al soldo dell’editore del Daily Print, Big Dave, ha raccolto molte informazioni sul business di Mickey, che legano quest’ultimo alla nobiltà inglese. Fletcher però decide di andare dal braccio destro di Pearson, Raymond, interpretato da Charlie Hunnam, per vendergli queste informazioni in cambio di venti milioni di sterline.

Visualizza immagine di origine
Charlie Hunnam e Colin Farrel in una scena del film

La trama viene quindi in gran parte narrata da Fletcher per dimostrare le sue conoscenze, ma cosa ancor più interessante, le prove dell’investigatore sono state trasformate da lui stesso in una sceneggiatura, che verrà trasformata in film in caso di mancato pagamento.

The Gentleman è una tragicommedia a tutti gli effetti. Non è raro assistere ad episodi esilaranti calati in un contesto spiacevole, come quello della criminalità organizzata.

Il tutto segue i classici intrecci alla Guy Ritchie, che, come nelle commedie plautine, sono il vero perno della comicità del film. Fraintendimenti e inganni sono quindi molto comuni.

The Gentleman si attesta quindi come un film solido, dallo stile particolare. Uno stile presente dalle scene ai dialoghi, dalle scelte estetiche alla soundtrack.

Taggato come

Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.