fbpx

Young

Premi PLAY per ascoltare

Traccia corrente

Titolo

Artista

Show attuale

Oroscopo

14:00 14:03

Show attuale

Oroscopo

14:00 14:03


Take Me (I’m Yours): la mostra che non ti aspetti

Scritto da il 12 Dicembre 2017

A Milano il museo che va contro ogni regola

Milano, città dinamica cuore di manifestazioni, eventi culturali e mostre: ogni giorno c’è qualcosa di nuovo da vedere, e le attrazioni non mancano mai. Quindi, verrebbe da domandarsi, cosa rende “Take me (I’m Yours) più degna di nota delle altre? Perché dedicare un intero articolo proprio a lei e a nessun’altra?
La risposta è semplice: sregolatezza.
È certamente questo il termine più appropriato per descrivere Take Me, la mostra d’arte che ha viaggiato per il mondo, da Copenhagen a Parigi, da New York a Buenos Aires, e che dal 1 Novembre è approdata nell’Hangar Bicocca di Milano, destinata a stupire ancora migliaia di curiosi fino al 14 Gennaio.
Ma dire che si tratta di un evento artistico senza regole non è sufficiente per stuzzicare la vostra curiosità e farvi assaporare un piccolo frammento di cosa davvero rappresenti tale esposizione, quindi è il momento di scendere un po’ più nel dettaglio.

Innanzitutto, è bene che facciate un piccolo sforzo di immaginazione, che configuriate nella vostra mente una sala, ma non una qualsiasi: prendete la solita, ordinaria, alle volte un po’ tediosa, statica e monotona successione di opere d’arte affiancate ordinatamente in una bianca stanza e… fatela sparire. Totalmente. Al suo posto, figuratevi un ampio spazio aperto e movimentato, dove si susseguono incessantemente persone che toccano, spostano, indossano, assaggiano e smontano le opere d’arte, e ancora che le arricchiscono di foto personali, comprano oggetti, posano per i ritrattisti, vincono alla lotteria cene fuori con gli artisti, si portano via indumenti e sostituiscono con qualcosa di loro creazione ciò che hanno tolto: questa è Take Me (I’m Yours), la mostra dove tutto ciò che non andrebbe assolutamente fatto in un museo cessa di essere un tabù, un ferreo divieto, e diventa un nuovo modo di toccare con mano l’arte, di andare ben oltre la mera contemplazione e di dare un personalissimo contributo dettato dal proprio cuore e dal proprio stile.

Nessun cartello di divieto a darvi il benvenuto, ma tanto calore, iniziative interessanti, libertà e spazio alla creatività: eccovi spiegato in breve (ce ne sarebbero di cose da dire!) il perché Take Me è assolutamente un “must” tra gli eventi a cui partecipare in caso vi trovaste nei pressi di Milano di qui a un mese. L’ingresso è gratuito, il divertimento è assicurato e, se desiderate saperne di più, il link a fondo pagina che vi rimanda al sito ufficiale dell’esposizione è a vostra disposizione!


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.