fbpx

Young

Premi PLAY per ascoltare

Traccia corrente

Titolo

Artista

Show attuale

Oroscopo

14:00 14:03

Show attuale

Oroscopo

14:00 14:03


Sunday’s football: nel nome di Diego

Scritto da il 29 Novembre 2020

Soundtrack da ascoltare durante la lettura: “Ho visto Maradona” – coro dei tifosi del Napoli

Nuovo appuntamento con i match europei più attesi del fine settimana. Se possibile questa domenica gli occhi puntati sui rettangoli di gioco saranno ancora più del solito, la ragione è solo una: Diego Armando Maradona.

La scomparsa di D10s, capace nella stessa partita di mettere a segno la Mano de Dios e il Gol del Siglo, è infatti riuscita a catalizzare le attenzioni del mondo intero, in un momento storico in cui queste attenzioni sono da molto focalizzate su ben altro.

Diego
Mou mentre pensa a come far passare una brutta domenica ai suoi ex tifosi

Chelsea- Tottenham ore 17.30

Cominciamo col botto con il derby londinese tra i Bleus e una loro vecchia conoscenza, lo Special One, in cima alla classifica alla testa degli Hotspurs.

Sfida d’alta classifica e dall’alta imprevedibilità, con la squadra di casa che cavalca una striscia di vittorie lunga sei gare e gli uomini di José Mourinho che sono reduci da 5 vittorie tra cui l’ambito scalpo dei Citizens di Pep Guardiola.

Come sempre l’happy ending è semplice, basta sedersi comodi sul divano ed accendere la TV.

Napoli-Roma ore 20.45

Derby del Sole la cui risonanza a livello mondiale, pensiamo, non necessita di ulteriori sottolineature e che si terrà allo Stadio Diego Armando Maradona di Napoli.

L’undici di Gattuso “rischia” di diventare una squadra in missione, a trent’anni dall’ultimo Scudetto -firmato, indovinate un po’, Diego Armando Maradona-, ma si scontra con una Maggica che, contro tutti i pronostici, vive un momento di forma di cui i tifosi non vorrebbero vedere la fine.

La sfida sarà senza esclusione di colpi e dirà, sicuramente, qualcosa in più di questa incertissima Serie A.

Dicembre ’84: Toninho Cerezo (Roma), Bruno Conti (Roma), Roberto Pruzzo (Roma), Paulo Roberto Falcão (Roma), Diego Armando Maradona, gli unici a non essere Campioni del Mondo sono i brasiliani

Real Sociedad-Villareal 21.00

Donchischiottesco” scontro al vertice della Liga tra due realtà che quest’anno non stanno smettendo di stupire: la Real Sociedad, capolista, vincente in terra iberica da sei giornate consecutive e il Villareal, terzo, la cui ultima sconfitta in campionato è datata 27 settembre al Camp Nou.

Verrebbe da dire che un pareggio si staglia all’orizzonte, ma vista l’annata balzana chi può dirlo…

Le nostre scelte dopo la pausa:

Sfide al vertice!

Taggato come

Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.