fbpx
play_arrow

keyboard_arrow_right

skip_previous play_arrow skip_next
00:00 00:00
playlist_play chevron_left
volume_up
chevron_left
  • play_arrow

    Young Premi PLAY per ascoltare

  • play_arrow

    Deep

  • play_arrow

    Relax

  • play_arrow

    Passion

Musica

Spotify docet: Mariah batte Adele!

today29 Dicembre 2022

Background
share close

Soundtrack da ascoltare durante la lettura: “All I want for Christmas is you” – Mariah Carey 

La vigilia di Natale ha portato fortuna a Mariah Carey che ha superato Adele su Spotify grazie al brano All I Want For Christmas Is You.

L’iconico brano natalizio, è proprio il caso di dirlo, di Mariah Carey ha superato Easy On Me di Adele grazie a 21.273.000 di riproduzioni su Spotify nel solo giorno del 24 dicembre.

Mariah CareyCosì Mariah ha infranto un nuovo record superando la dea inglese e registrando il miglior risultato di sempre in termini di streaming su Spotify in ventiquattro ore.

Senza dubbio è piacevole l’idea che, a contendersi il record, siano due donne dalle voci straordinarie e dal carisma innegabile. Fa riflettere, però, il fatto che, grazie alla hit All I Want For Christmas Is You, Mariah continui a raccogliere consensi e risultati da oltre due decenni imponendosi, senza scalfiture, come colonna sonora delle festività natalizie in tutto il mondo. E ogni Natale si spinge sempre un po’ più in là.

Già nelle scorse settimane vi avevo raccontato di quanto guadagno entrasse di anno in anno nelle casse dell’artista statunitense grazie solo a quest’unico brano. È un “miracolo” che si rinnova ad ogni stagione portando sempre qualche piccola novità in più che vibra a suon di record. Una vera “magia” del Natale, non c’è che dire!

spotifyBrividi da record

Sotto l’albero di Natale un record del genere fa davvero venire i brividi. Scompiglia tutti portando il singolo sulla vetta del mondo e diventando il brano con il maggior numero di ascolti di sempre in ventiquattro ore. Adele, che finora aveva detenuto il primato con Easy On Me, aveva all’attivo “SOLO” 19.747.000 di streaming.

Ma, per noi meno giovani, Mariah Carey non è soltanto la voce del Natale.

Galeotti gli anni novanta 

Ricordiamo, infatti, la sua stellare ascesa che ha travolto gli anni novanta affiancandola all’altra voce femminile che in quel periodo dominava le scene, Whitney Houston. Con lei ha realizzato anche la colonna sonora del film d’animazione Il Principe d’Egitto in un magico intreccio di voci che conquistò il mondo intero. Si chiamava When you believe e riascoltarla oggi è davvero un tuffo nel passato straordinario.

Ma sono molti altri i brani dell’artista che hanno davvero fatto storia. Ballad melodiche da impazzire che hanno fatto sognare gli innamorati di due decenni fa. Come Hero, in cui la voce di Mariah avvolge e coinvolge come il velluto.

E ancora l’indimenticabile melodia di Without you che ha fatto innamorare coppie su coppie ed ha accompagnato i ricordi di tutti gli adolescendi di vent’anni fa. Morbida, nostalgica, fra i successi maggiori di Mariah.

Senza dubbio nel 1994 la pubblicazione dell’album Merry Christmas ha messo il sigillo d’oro a una carriera inarrestabile. E dopo sedici anni ha fatto seguito Merry Christmas II You, trainato dal singolo Oh Santa!. Mariah lo ha capito fin da subito che il Mood natalizio le si addiceva a meraviglia e l’avrebbe portata ancora più lontano. Così, solo due anni fa, in quello strano 2020 pandemico, ha registrato una versione di Oh Santa! insieme ad Ariana Grande e Jennifer Hudson che è stata un altro gran successo.

Ora che il Natale è passato, sfumerà anche la scia di questo tormentone o dobbiamo aspettarci qualche altra sorpresa? Noi restiamo qui, cara Mariah, a vederti brillare, perché ormai è ufficiale. Volenti o nolenti, al tuo brano natalizio proprio non possiamo resistere!

Mariah Carey

Written by: Valentina Proietto Scipioni

Previous post

Post comments (0)

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0%