fbpx

Young

Premi PLAY per ascoltare

Traccia corrente

Titolo

Artista


Snowpiercer: dramma in una stanza chiusa

Scritto da il 20 Novembre 2020

Soundtrack da ascoltare durante la lettura: “World” – Octavian

Le Transperceneige è un graphic novel post apocalittico francese del 1982, creato da Jacques Lob e Jean-Marc Rochette. Snowpiercer è il nome del film (2013) e della serie (2020-) che confronteremo oggi su voicebookradio.com.

Lo Snowpiercer è un treno composto da 1001 vagoni, ultimo baluardo dell’Uomo sulla Terra in seguito a degli esperimenti per contenere il riscaldamento globale.

I passeggeri del treno sono abbienti ricchi, che hanno potuto permettersi il biglietto, i tecnici necessari al funzionamento dell’“ecosistema” Snowpiercer e quelli della Coda, disperati senza biglietto che hanno conquistato il loro posto nella ressa della partenza.

Condividendo il protagonista, il riferimento al fumetto è necessario, poiché implica una timeline diversa -le vicende del film hanno luogo nel 2031, quelle della serie iniziano nel 2021- e uno sviluppo narrativo peculiare per ciascuna storia.

A fight to the (S)Top

La versione cinematografica, per la regia del poi premio Oscar Bong Joon-ho, può vantare un cast di tutto rispetto tra cui spiccano Chris Evans e Tilda Swinton.

Snowpiercer
Puoi farcela anche tu…!

Le vicende seguono gli avvenimenti che coinvolgono Curtis nel corso di una ribellione che dalla Coda fino alla Locomotiva, in cui il motore perpetuo di Wilford permette la sopravvivenza della specie umana.

Le drammatiche vicende portano ad un epilogo inaspettato ma malgrado tutto positivo, che sembra suggerire una seconda possibilità per il genere umano.

A fortress to class

Il prodotto seriale, per stessa ammissione dei produttori, è solo all’inizio del suo arco narrativo. Ciononostante, possiamo già dire che il dipanarsi delle vicende seguirà senz’altro una via ben diversa…

Una caratteristica preponderante e naturale, rispetto al film, è la profondità narrativa e la scelta di approfondire determinati scenari.

L’impostazione corale della storia apre poi ad un ventaglio di intrighi, intrecci e relazioni con implicazioni difficilmente pronosticabili.

Il quid in più della serie (impeccabile per costumi, scenografia ecc…) è senz’altro l’originale rappresentazione di un conflitto tra classi -in che senso scegliete voi- per il controllo di un treno che racchiude il mondo intero, letteralmente.


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.