fbpx

Young

Premi PLAY per ascoltare

Traccia corrente

Titolo

Artista


ScaraLeo: cerotti stropicciati

Scritto da il 7 Aprile 2021

Soundtrack da ascoltare durante la lettura: “Cerotti” – Tiromancino (scritta con Gazzelle)

Le notti sono solo cerotti sopra l’anima, quando i giorni non sono un granché.

I Tiromancino hanno definito Cerotti una canzone stropicciata e senza filtri.

Fonte immagine: sonymusic.it

E’ un singolo scritto insieme a Gazzelle, e parla dello sconforto che si prova dopo la fine di una relazione.

Ci sono ancora tutti i resti dell’altra persona; gli oggetti, le strade e le case parlano di lei o lui.

E’ interessante che la canzone sia stata definita stropicciata, intendendo qualcosa di vero, sincero, che non cerca di essere quello che non è, ed anzi mostra le sue pieghe, le sue macchie.

E’ questo il fine della musica: ad esempio, nell’intervista che gli abbiamo fatto, ce lo ha confermato anche Fulminacci: un artista racconta quello che vede, quello che sente, e spera di piacere al pubblico fintanto che continua a mostrare le stropicciature che vede nella vita.

cerotti gazzelle

Fonte immagine: vanityfair.it

Le camicie stirate, infatti, spesso non hanno nulla da raccontare. Non sono stropicciate perché sono rimaste nel cassetto a prendere polvere.

I nostri speaker oggi parleranno di tutto ciò che è stropicciato: andate a sentire che cosa si inventeranno.

Intanto, vi diciamo che la parola stropicciato nasce probabilmente dal termine straupon, “sfregare”, usato nel gotico, la lingua dei Goti, una popolazione germanica.

Qualcosa di sfregato, stropicciato, è qualcosa di vissuto. La nostra camicia preferita, che sa di vita.

La musica racconta la vita percepita, per come è, nelle sfumature e nelle pieghe che ha assunto nel tempo.

Fermi in casa abbiamo tanto tempo per ammirare i vestiti a posto e stirati, ma è così bello sporcarli: sono fatti apposta, apposta per essere utilizzati.

E’ brutto stare male dopo una relazione, ma vuol dire che abbiamo vissuto la vita veramente, stropicciata, usata, provata, percepita.

Non si può tornare indietro, dicono Gazzelle e i Tiromancino. E allora possiamo solo andare avanti e dare del nostro meglio, e vedere cosa succederà in quel bellissimo uragano stropicciante che è la vita.

Alla prossima parola.


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.