fbpx

Young

Premi PLAY per ascoltare

Traccia corrente

Titolo

Artista


Sanremo giovanissimo: dal rap di Peyote ai Coma_Cose

Scritto da il 21 Dicembre 2020

Amadeus c’è riuscito. Per la prima volta con l’annuncio dei cantanti di Sanremo 2021 ci sarà un cast che parla ai giovani.  28 big a prova dello spettatore medio RAI, che si potrà aggrappare a pochi nomi. Gli esordi sono numerosi: si strizza l’occhio alla scena itpop e trap, ma anche al femminile. L’ascoltatore meno navigato è sicuramente disorientato, ma Voicebookradio.com è pronta a coprirvi le spalle. Anche per evitare di fare brutte figure a Marzo.

Willie Peyote – Mai dire mai (La locura)

Video musicale

A Guglielmo Bruno, in arte Willie Peyote, le etichette vanno strette. Rapper ma anche cantautore che guarda a De Andrè: una penna affilata e critica, orgogliosamente nichilista. Nei testi c’è lo sguardo di un’adulto disilluso dal paese che sembra una scarpa. Il titolo è una citazione a Boris: viste le premesse Peyote non la manderà a dire agli italiani. Con l’orchestra avrà modo di spaziare e magari presentare qualcosa sulle sonorità di Educazione Sabauda, piene di fiati e chitarre. La curiosità è tanta.

Francesco Renga – Quando trovo te

Francesco Renga ha bisogno di rilanciarsi, ma il titolo fa presagire una canzone d’amore piuttosto classica e sicura. Oramai un inquilino del festival, è una quota essenziale per tenere le mamme incollate alla televisione.  Sarebbe più interessate vederlo tornare alla scrittura dei suoi pezzi, si sta affidando troppo ad altre penne.

Coma_Cose – Fiamme negli occhi

Video musicale

Lui cappellino e barba da hipster. Lei capelli biondo platino e un’estetica che ricorda Sinead O’ Connor. Una coppia nella musica e nella vita, tra le più importanti della scena indie. Nonostante abbiano all’attivo un solo solo album, sono molto apprezzati per la capacità di scrittura. Uniscono l’immediatezza del rap al post-punk e all’elettronica. Il timore è che possano sovrapporsi ad altri concorrenti dalle sonorità simili.

Ermal Meta – Un milione di cose da dirti

Il cantautore di origini albanesi è alla sua quarta partecipazione in sei anni. Apprezzato per la sua capacità di scrivere un pop fresco, immediato ma di spessore, si è sempre piazzato bene in classifica. Con un cast così variegato, se non porta un pezzo forte rischia di uscire cardinale. 

Fasma – Parlami 

Video musicale

Il trapper romano dopo il terzo posto a Sanremo Giovani dello scorso anno ci riprova. A ragion veduta, per continuare a cavalcare l’onda del successo. Molti prima di lui come Gabbani ed Ermal Meta lo hanno fatto e i numeri lo dimostrano. Con la concorrenza di quest’anno rischia di passare in sordina. Staremo a vedere. 

Lunedì prossimo conosceremo altri cinque cantanti: Amadeus dimostra di avere coraggio. Un paio di anni fa un cast del genere sarebbe stato impensabile. Quel che è certo è che 26 brani sono davvero tanti.


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.