fbpx
play_arrow

keyboard_arrow_right

skip_previous play_arrow skip_next
00:00 00:00
playlist_play chevron_left
volume_up
chevron_left
  • play_arrow

    Young Premi PLAY per ascoltare

  • play_arrow

    Deep

  • play_arrow

    Relax

  • play_arrow

    Passion

YCB

Rettangolo di gioco: Quello che non ci saremmo mai aspettati

today19 Maggio 2022

Background
share close

Soundtrack da ascoltare durante la lettura: “Time of Our Lives” Pitbull- ne-yo

Da oggi parte un nuovo format del YCB, che parlerà dei momenti più belli ed importanti della storia del calcio.

Uno di questi momenti è senza dubbio il mondiale del 2006, ricordato sicuramente da tutti gli italiani, anche da chi non ha assistito al mondiale stesso.

Fabio Cannavaro  con la coppa del mondiale 2006

Perché “inaspettato”?

L’Italia quell’anno, non era la favorita, perché partiva per disputare i Mondiali 2006 carica di insicurezze legate allo scandalo di  che avrebbe cambiato le sorti della Serie A; oltretutto c’erano molte altre squadre favorite per vincere la coppa: la Germania padrona di casa, oppure il Brasile dei fenomeni, ma anche Francia e Argentina.

Calcio
Ronaldinho – Brasile

Il cammino dell’Italia

Le sfide che ha dovuto affrontare il nostro stivale si parte subito con i gironi eliminatori con Ghana, Repubblica Ceca e Stati Uniti, dove abbiamo conquistato gli Ottavi con sette punti.

Gli Ottavi vengono disputati contro l’Austria, squadra difficile da battere, infatti, la partita fatica a sbloccarsi, ma grazie alla sostituzione messa in atto dal mister Lippi, Totti al 95’, riusciamo a segnare la rete dell’uno a zero conquistando i quarti.

Incontreremo poi l’Ucraina, partita facile per l’Italia che vincerà, comandando la partita.

Calcio
Francesco Totti, Italia mondiale 2006

Passiamo alla semifinale contro i padroni di casa, la temuta Germania.

Partita bloccata fino ai supplementari, esattamente fino al minuto 119’, dove da un calcio d’angolo del campo la palla finisce tra le gambe di Grosso che incrocia il tiro e la mette dentro, per poi finirla con una splendida azione, iniziata da un recupero di Cannavaro, e un tiro impeccabile di Del Piero, azione memorabile che passerà alla storia.

La finale è nostra!

L’Italia contro ogni pronostico va in finale, contro la temutissima Francia, che già pensava di alzare la coppa.

La partita durante i 90’ minuti è tirata, attaccano e difendono da tutte e due le parti, segna la Francia, ma l’Italia non si fa aspettare e risponde con Materazzi, 1-1, si va ai supplementari.

Dopo i 90’ succede qualcosa che ancora è impresso nelle nostre menti, la famosa testata di Zidane ai danni di Materazzi, tanti meme al riguardo girano ancora!

Calcio
Rosso a Zidane dopo la testata

L’Italia vince ai rigori, tornando a casa vittoriosa..

Gli occhi Grosso per nulla spaventato, mentre noi a casa, stretti a qualsiasi cosa avessimo vicino, con il cuore in gola pensando a cosa avremmo fatto se avesse sbagliato.

Momento che verrà ricordato negli anni e che ha fatto esplodere di gioia una nazione intera.

Con questo splendido ricordo abbiamo concluso, ma non finirà qui, parleremo di tanti altri momenti, sia positivi che negativi e ovviamente non solo della nazionale.

Scritto da: Simone 4F

Written by: Aurora Vendittelli

Previous post

Post comments (0)

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0%