fbpx

Young

Premi PLAY per ascoltare

Traccia corrente

Titolo

Artista

Show attuale

Rewind

20:00 20:30

Show attuale

Rewind

20:00 20:30


Sunday’s football, fra sfide italiane ed europee, l’adrenalina sale

Scritto da il 25 Ottobre 2020

Soundtrack da ascoltare durante la lettura: “Sunday Morning” – Velvet Underground

Gli aggiornamenti della domenica calcistica in giro per l’Europa, seguite e curate con attenzione da Voicebookradio.com.

Nell’incertezza globale che caratterizza quest’autunno, in qualche modo, il calcio continua a essere “la più importante delle cose meno importanti”.

Nonostante la pandemia abbia dilatato all’inverosimile il calendario, proponendo partite come El Clasico di sabato pomeriggio, la domenica è ancora sinonimo di calcio, con una piccola eccezione.

Nizza-Lille ore 17.00

Scontro al vertice della Ligue 1 nella sfida che vede affrontarsi il Nizza, quarto a -4, e il Lille rivelazione di inizio stagione, capolista.

L’Europa League appena disputata marca una differenza netta nel momento di forma delle squadre, almeno apparentemente. Il Lille si è imposto 4 a 1 sullo Sparta Praga. Mentre il Nizza ha subito una sonora lezione dal Bayer Leverkusen, perdendo 6 a 2.

Riusciranno les Aiglons, gli Aquilotti, a non soccombere ai les Dogues, i Mastini?

Arsenal-Leicester City ore 20.15

Sfida che profuma d’Europa anche tra Foxes e Gunners, entrambi vittoriosi in Europa League e appaiati in classifica in Premier.

Il Leicester è sembrato più brillante nella sua vittoria per 3 a 0 contro lo Zorya Luhansk di quanto non sia stato l’Arsenal contro il Rapid Vienna. La squadra ha subito il vantaggio austriaco nel secondo tempo ma ha poi reagito con tenacia negli ultimi 20 minuti.

D’altronde se c’è una cosa certa in Premier è che non v’è alcun modo di pronosticare alcun match, alcuni degli ultimi risultati del Liverpool lo confermano…

prossime partite

Milan-Roma, lunedì ore 20.45

Tra le prossime partite anche una italiana. Fuori menù assai gradito il Monday Night della Serie A che vede scontrarsi i Rossoneri capolisti ed in fiducia come non accadeva da anni dopo la vittoria del derby meneghino ed una Roma che, malgrado le incertezze endemiche di un cambio di proprietà, ha del potenziale ed un tridente attempato ma temibile.

Attempati forse i due bomber, ma non ditelo troppo forte. La sfida tra Edin Dzeko e Zlatan Ibrahimovic, oggi meno a distanza che mai, potrebbe risultare decisiva.

Taggato come

Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.