fbpx
play_arrow

keyboard_arrow_right

skip_previous play_arrow skip_next
00:00 00:00
playlist_play chevron_left
volume_up
chevron_left
  • play_arrow

    Young Premi PLAY per ascoltare

  • play_arrow

    Deep

  • play_arrow

    Relax

  • play_arrow

    Passion

YCB

Più di un prete, più di un prof., più di un padre

today17 Dicembre 2022

Background
share close

Soundtrack da ascoltare durante la lettura: “Povera patria” – Franco Battiato 

Ammetterlo è complicato, ma il mondo è un posto pieno di odio e di violenzaE la Sicilia non fa eccezione. Nel quartiere di Brancaccio, la corruzione, la criminalità e, soprattutto, la mafia governano indisturbate e rendono un Inferno quello che potrebbe essere un posto meraviglioso. Eppure, all’interno di questo luogo buio e violento, c’è una luce, un angolo di ParadisoPerché come amava pensare Don Pino Puglisi, anche all’Inferno bisogna trovare un piccolo spazio di ciò che Inferno non è

Lacrime e sorrisi

“Ciò che Inferno non è” è un romanzo di Alessandro D’Avenia, pubblicato nel 2014La storia non è una favoletta: può essere dura e cruenta in alcuni punti, ma il fatto che il protagonista sia un ragazzo di diciassette anni, facilita senz’altro la lettura. 

Federico è un adolescente, frequenta il liceo proprio come noi e ama la sua terra e le paroleCrede che in esse sia racchiuso il senso di tutto, perché grazie a loro puoi amare, puoi ferire… puoi fare qualunque cosa. Per questo gli piace tanto usarle e soprattutto trovare quelle giuste. Federico, però, ha anche una grande fortuna: il suo prof. di religione3P, Padre Pino Puglisi, è un sacerdote che, oltre a insegnare e a fare il prete, ha aperto una piccola area di Paradiso proprio in mezzo all’inferno di Brancaccio: il Centro Padre Nostro

Qui tutti i bambini del quartiere vengono raccolti e accolti, in modo tale da riuscire a toglierli dalla strada, che insegnerebbe loro solo la via della violenza e della criminalitàDon Pino dà un’alternativa a questi ragazzi, offre loro una prospettiva diversa. Proprio per questo invita Federico ad andare a dargli una mano. Anche se all’inizio il ragazzo si mostra un po’ titubante, perché sta per cominciare l’estate e a breve dovrà partire, alla fine accetta. E da lì in poi, la sua vita non sarà più la stessa

Per ardua, ardens – ardente tra le difficoltà

Al Centro Padre Nostro la vita è totalmente diversa Lì Federico conosce Lucia, una splendida ragazza nata e cresciuta in questo quartiere complicato, e tanti bambini, con un passato sofferente alle spalle e con un futuro incerto davanti. Abituato alla tranquillità e alla semplicità della sua vita, scopre qual è la veritàComprende che proprio nella sua città esiste una realtà triste, colma di odio e di difficoltà, ma con un piccolo accenno d’amoreInizia a mettere a frutto la sua passione per le parole, la sua pazienza per quel quartiere, seguendo l’esempio di Don Pino. Ma l’insegnamento più importante che riceve da 3P è che per essere felici bisogna amare, ma per amare serve coraggio e, soprattutto, sacrificio

Citazione del libro

La mafia, però, non ama chi vuole cambiare le cose e per questo mette i bastoni tra le ruote sia a Don Pino sia a Federico. Ma nonostante ciò, il messaggio di questo libro parla chiaro: la mafia è potente, ma l’amore è capace di vincerla.

Omnia vincit amor

Don Pino non insegna qualcosa solo a Federico o ai bambini del Centro Padre Nostro, ma anche ai lettori. Le emozioni che questo libro dona sono tante, ma legate tutte da un immenso e unico filo conduttore: l’amoreQuesta forza misteriosa e invincibile è quella da cui scaturisce tutto il resto: la passione, il coraggio, la tenacia e la capacità di credere in un mondo miglioreForse, l’unico modo per guarire le ferite che ogni giorno l’uomo infligge a sé stesso con l’odio e con la violenza, è donare un briciolo d’amoreSe ciascuno donasse una goccia di questa sostanza, allora anche l’inferno potrebbe diventare paradiso

Scritto da: Benedetta, 3G

Written by: Aurora Vendittelli

Previous post

Post comments (0)

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0%