fbpx
play_arrow

keyboard_arrow_right

skip_previous play_arrow skip_next
00:00 00:00
playlist_play chevron_left
volume_up
chevron_left
  • play_arrow

    Young ASCOLTA LA DIRETTA

  • play_arrow

    Deep

  • play_arrow

    Relax

  • play_arrow

    Passion

Cultura

parole, parole, parole; gincana

today30 Dicembre 2020

Background
share close

Soundtrack da ascoltare durante la lettura: “Gimcana” (gincana) – I Camaleonti

Bentornati nella nostra rubrica, oggi parliamo di una parola interessante con la quale poter esprimere il concetto relativo ad un percorso tortuoso o difficoltoso.

Il vocabolo di oggi è infatti “gincana”, ed esiste anche nelle varianti “gimcana” o “gimkana”. Il fatto che abbia ben tre possibili scritture è dovuto alla sua origine esotica.

Sì, perché questo termine deriva dall’indostano, una lingua parlata in una zona dell’India. Il vocabolo originario è gendkhana, composto da gend ‘palla’ e khana ‘campo da gioco’.

Poi la lingua si è intrecciata con la Storia, ed il vocabolo è arrivato in Europa tramite l’Inghilterra, che aveva molti contatti con le lingue delle sue colonie, come appunto l’India.

Perciò l’inglese acquisì e plasmò questa parola, che diventò gymkhana, con la sovrapposizione di gym, relativo a gymnastic, e cioè ‘ginnastica’. E dall’inglese si diffuse nelle varie lingue europee.

Ma come si è arrivati, in tutto ciò, al significato che abbiamo oggi di “percorso tortuoso”?

Questo è stato possibile perché nel tempo la parola “gincana/gymkana/gimcana” ha comincato ad indicare delle gare – podistiche, automobilistiche o motociclistiche – svolte su un percorso particolarmente tortuoso e accidentato.

E da lì – tramite altre trasformazioni linguistiche dettato dall’utilizzo delle parole nel tempo – il significato si è “generalizzato” ed ha cominciato ad indicare più in generale un “percorso tortuoso”.

Proprio in questa accezione è utilizzato nella canzone consigliata oggi, scritta nel 1974, che recita: “Lungo strade troppo uguali ricomincia la gimcana.”

Incredibile: questa parola ha dovuto attraversare una bella gincana per arrivare fino all’italiano e fino al suo significato attuale, eh?

Se volete leggere altri articoli come questo potete cliccare qui!

Written by: Leonardo Musio

Previous post

Post comments (0)

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0%