fbpx
play_arrow

keyboard_arrow_right

skip_previous play_arrow skip_next
00:00 00:00
playlist_play chevron_left
volume_up
chevron_left
  • play_arrow

    Young Premi PLAY per ascoltare

  • play_arrow

    Deep

  • play_arrow

    Relax

  • play_arrow

    Passion

YCB

Non sono solo numeri

today29 Agosto 2022

Background
share close

Soundtrack da ascoltare durante la lettura: “Counting Stars” – OneRepublic

Nello sport, i numeri a volte possono essere simboli davvero importanti

Infatti, tanti atleti vengono identificati con il loro numero, che a volte ha un significato davvero speciale

Può essere una data importante, un porta-fortuna o un frutto della casualità. 

Del resto, è una scelta importante anche questa: selezionare un numero che ti accompagnerà durante la carriera può diventare una grande responsabilità

Perciò, molti sportivi hanno pensato bene prima di esprimere la loro preferenza. E sicuramente avranno avuto i loro motivi per scegliere un numero piuttosto che un altro. Andiamo a scoprire quali!

Michael Jordan, allievo che supera… il fratello

Michael Jordan, famosissimo ex cestista statunitense, indossò 5 diversi numeri nel corso della sua carriera, costellata di successi: lo storico 23, il 45, il 9, il 5 e il 12

Anche se ognuna di queste cifre ha un suo perché, la storia più bella e più interessante è senza dubbio quella del 23

Infatti, quando era giovane, Michael ammirava molto suo fratello maggiore Larry, anche lui giocatore di basket alla Laney High School, che indossava il 45

L’aspirazione del campione era quella di diventare bravo almeno quanto la metà del fratello. E la metà arrotondata di 45 è proprio 23

Beh, ha senz’altro raggiunto il suo obiettivo… anzi, direi che lo ha ampiamente superato! 

CR7, un vero e proprio marchio di fabbrica

Quando qualcuno pronuncia la sigla CR7, non credo che ci siano dubbi del tipo: 

“Cosa può voler dire? Calciatore romanista 7?”, perché del resto Cristiano Ronaldo è davvero inconfondibile

Non ha bisogno di tante presentazioni, bene o male lo conosciamo tutti. Ma a tal punto da sapere perché indossa il numero 7

Beh, oggi siamo qua per scoprirlo. 

Quando nell’estate 2003 Ronaldo firmò con il Manchester United, l’idea era quella di conservare il suo numero di maglia originario, cioè il 28

Ma Alex Ferguson, scopritore del suo talento nonché allenatore della squadra, si oppose e gli chiese di indossare la maglia con il 7, poiché questo numero era quello di grandi campioni di quel team, ovvero Best, Cantona e Beckham

Inutile negarlo: è stato decisamente all’altezza!

Antonio Giovinazzi, l’ultimo a due cifre

Sulla macchina di Antonio Giovinazzi, pilota automobilistico italiano, risalta il numero 99, l’ultimo dei numeri che si possono utilizzare in Formula 1. 

Il motivo di questa scelta ha origine circa sedici anni fa, nel 2006. Nel campionato italiano dei Go – kart di quell’anno, gli unici numeri disponibili erano il 13, il 17 e il 99. 

Siccome, però, i primi due in Italia vengono considerati sfortunati dai superstiziosi, decise di prendere il 99. 

Successivamente, a questa ragione si aggiunse un altro fatto: visto che le liste d’entrata delle qualifiche erano in ordine numerico, lui era ultimo

Perciò, dal momento che gli ultimi saranno i primi, il 99 era davvero il numero perfetto! 

Insomma, ogni numero ha la sua storia e il suo modo di essere speciale per chi lo ha scelto. Ora sappiamo che dietro ogni numero, ci sono delle ragioni precise: e chissà, forse hanno veramente portato fortuna a questi campioni!

Scritto da: Benedetta, 3G

Written by: Aurora Vendittelli

Previous post

Post comments (0)

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0%