fbpx

Young

Premi PLAY per ascoltare

Traccia corrente

Titolo

Artista


Mooday: un viaggio retrò

Scritto da il 23 Gennaio 2021

Soundtrack da ascoltare durante la lettura: “La fine del mondo” – Geims

Se dicessimo che il nostro pop-rock riprende molto dalle sonorità degli anni ’60 e ’70, sareste d’accordo? Quanto della musica degli anni ’60 ci influenza ancora oggi? Geims, un nostalgico dei tempi che non ha vissuto, la pensa così: “abbiamo molto da imparare dagli idoli di quel periodo”. Siamo ancora un pò vaghe? I Beatles, i Rolling Stones, i Pink Floyd sono solo alcuni dei nomi più in vista di un momento storico e musicale di profonda innovazione, che –impossibile negarlo– sono ancora d’ispirazione per chiunque, nel mondo dell’Arte.

Mooday
Mooday

Guidobaldi

La pensa esattamente così anche Matteo Guidobaldi, in arte Guidobaldi, cantautore di 26 anni, il prossimo ospite di Mooday. Un ragazzo che di giorno è uno studente universitario, di notte libera la sua penna e scrive canzoni (perché “beve troppi caffè”, parole sue).

mooday

Guidobaldi si muove continuamente oscillando tra Mina e Paul McCartney, parlando di Roma come solo un vero romano sa fare. Unendo la musica leggera al brit rock, Guidobaldi ha pubblicato il suo primo singolo, Cartolina Portuense, nel 2018, facendolo seguire nel 2019 da Lungotevere.

Lungotevere

L’uscita del suo disco è prevista per il 2021, e intanto ha fatto uscire ieri, 22 gennaio 2020, il suo nuovo brano, Dipendenza.

Chissà Geims cosa tirerà fuori da Guidobaldi lunedì 25 gennaio, alle 19:30, su MOODAY.

#staytuned

Leggi anche: Mooday: preparatevi, non sapete cosa vi aspetta!

Taggato come

Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.