fbpx

Young

Premi PLAY per ascoltare

Traccia corrente

Titolo

Artista


Layla, una soap opera in re minore

Scritto da il 2 Novembre 2020

Soundtrack da ascoltare durante il brano: “Layla” – Eric Clapton

Mercoledì a Five Play Rock n’Roll abbiamo ascoltato con Valentina Layla, celebre brano di Eric Clapton che nasconde forse una delle storie più travagliate del Rock. 

Pattie Boyd, musa anni 70

Nei primi anni 60 Patricia Anne Boyd è una fotomodella in ascesa: incontra Harrison nel set di A Hard Day’s Night, film che avrebbe consegnato ai posteri la Beatlemania. Un colpo di fulmine: Pattie è colpita dal fare timido e gentile del beatle più riservato. A fine giornata lui le chiede di sposarla. Uno scherzo, pensa lei: i quattro hanno un umorismo pesante quanto il loro accento. Pattie accetta di uscire con lui, e presto convolano a nozze. 

La Swinging London degli anni 69 aveva reso Pattie Boyd una musa del rock: a lei venne dedicato anche un brano immortale, Something dei Beatles. Leggenda vuole che abbia avuto anche una relazione con Mick Jagger e John Lennon, ma Pattie era lontana dall’essere la classica groupie. 

Il matrimonio con Harrison è infelice: sotto inni alla vita e messaggi d’amore si nascondono eccessi ed infedeltà. George le suona Something in cucina per poi la sera frequentare altre ragazze, tra cui la moglie di Ringo Starr. 

Clapton e i Beatles, una salda amicizia con qualche intoppo

Clapton incontra i Beatles per la prima volta nel 64 e stringe una forte amicizia con George Harrison. Il loro legame è forte a tal punto che Slowhand sarà chiamato a suonare l’assolo di chitarra nella celebre While My Guitar Gently Weeps, una delle canzoni più belle del White Album

Clapton diventa il primo artista a suonare in un disco dei Beatles. Durante le sessioni di registrazione capisce di essersi innamorato proprio della moglie dell’amico, Pattie Boyd. “Vedevo i Beatles come Camelot, ed io ero Lancillotto“, ricorda Clapton nel documentario di Scorsese su Harrison. 

È il dilemma centenario: preservare una grande amicizia oppure dare ascolto al cuore e lanciarsi nel baratro con il rischio di perdere ogni cosa?

You got me on my knees

Slowhand era follemente innamorato della moglie dell’amico al punto da giurare che si sarebbe autodistrutto con l’eroina se non fosse riuscito a conquistarla. Molte persone già sapevano del tradimento. Non è facile nascondere un triangolo amoroso quando si tratta di celebrità titaniche della musica, dopotutto. Clapton in realtà aveva perso la testa al punto che non s’impegnava nemmeno più di tanto a nascondere l’affaire. Nasce così Layla, uno dei suoi brani più celebri. 

Il nome è ispirato ad una leggenda persiana che parla di una principessa costretta da suo padre a sposare un uomo diverso da quello che era perdutamente innamorato di lei, causando la pazzia di quest’ultimo. Clapton ci mette poco a legare la leggenda alla sua situazione. 

“La canzone più potente e commovente che abbia mai sentito”, scriverà poi Boyd, “non volevo spingermi in una direzione così incerta. Ma appena realizzai di aver ispirato così tanta passione e creatività, la canzone ha avuto la meglio di me.”

George Harrison ed Eric Clapton

Amicizia nonostante tutto

Harrison non ne fa un dramma quando lo scopre, probabilmente perché anche lui era altrettanto infedele. Semplicemente scrolla le spalle e gli dice:”Puoi averla.”

Ai suoi occhi è come liberarsi di un peso: senza le catene del matrimonio può finalmente abbracciare l’idea dell’amore aperto in pieno stile anni 60. Ossessionato dalle divinità indù voleva avere un sacco di concubine, a detta della Boyd nella sua biografia Wonderful Today. Eppure lo stesso beatle durante il divorzio conosce l’amore della sua vita: Olivia Trinidad Arias. I due resteranno assieme per tutta la vita, e l’immaginario hippie diventerà un ricordo lontano. 

I due musicisti restano grandi amici, al punto che Harrison suonerà assieme Paul McCartney al loro matrimonio. 

Nonostante Layla sia la canzone che ha conquistato il cuore di Patti Boyd, in un primo momento non è contenta del brano. Quando esce il singolo è ancora sposata con Harrison: è in tutto e per tutto una pubblica dichiarazione di un amore devastante. Si sente esposta, ma non può fare nient’altro che abbandonarsi alle parole di una canzone immortale. Non sarà l’ultima canzone che Clapton le dedicherà: compone per lei Wonderful Tonight mentre l’aspetta al portone per andare ad una cena, e Old Love quando i due si separano. 

Per questa ed altre storie Rock n’roll non vi resta che sintonizzarvi su Five Play Rock n’Roll, ogni lunedì, mercoledì e venerdì dalle 19 alle 19.30. 


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.