Lauda, un pilota prima e dopo

Scritto da il 1 Agosto 2020

Soundtrack da ascoltare durante la lettura: “Lost but Won” da Rush – Hans Zimmer

Lo sport, come poche altre attività, è in grado di generare attorno a sé un’epica degna della narrativa più coinvolgente ed è in grado di farlo per merito di individui eccezionali, che si rendono protagonisti di gesta memorabili, tanto da marchiare a fuoco delle date per sempre, come accadde il 1° agosto 1976.

Quarantaquattro anni fa si correva al Nordschleife del Nürburgring – in un clima per niente estivo, magistralmente riprodotto in Rush di Ron Howard -e Niki Lauda, campione del mondo in carica, fu protagonista di uno degli incidenti più gravi e spettacolari della storia della F1, le cui conseguenze lo accompagnarono per sempre, ma lo resero -complice un miracoloso ritorno al volante in soli quarantadue giorni e la rinuncia, ancora in testa al mondiale all’ultima gara, a competere nel conclusivo GP del Giappone-un’icona ed una leggenda della Formula 1.


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Young

Premi PLAY per ascoltare

Traccia corrente

Titolo

Artista

Show attuale

Coming Soon!

00:00 23:59

Show attuale

Coming Soon!

00:00 23:59