fbpx
play_arrow

keyboard_arrow_right

skip_previous play_arrow skip_next
00:00 00:00
playlist_play chevron_left
volume_up
chevron_left
  • play_arrow

    Young Premi PLAY per ascoltare

  • play_arrow

    Deep

  • play_arrow

    Relax

  • play_arrow

    Passion

Salute e benessere

L’amaxofobia, la paura di guidare

today26 Febbraio 2020

Background

Durante la lettura si consiglia l’ascolto del brano: “Drive – The Cars”

Guidare significa essere autonomi e andare dove si vuole, ma alle volte può rappresentare un problema, soprattutto per coloro che soffrono di amaxofobia. Con questo termine, si suole indicare le persone che hanno paura di guidare e cercano di aggirare il problema, evitando i mezzi a quattro ruote. Si tratta di una vera e propria fobia paralizzante, che assale l’individuo ancor prima di accomodarsi al posto di guida e inserire le chiavi della macchina nell’apposito quadro di accensione. Questa problematica può essere più o meno grave, dipende dai casi, ma ad ogni modo può essere gestita.

L’amaxofobia si presenta attraverso tre fattori:

1.Se la paura di guidare si prova da oltre sei mesi

2.Se l’ansia è spropositata rispetto al contesto reale

3.Se la paura provata fa sì che l’individuo rinunci ad alcune cose, pur di non guidare

Quindi se riconoscete i sintomi, non preoccupatevi, perché è possibile porvi rimedio. Guidare può mettere ansia, ma può anche aiutare a risparmiare tempo: infatti permette di arrivare prima agli appuntamenti, che siano di lavoro o con i vostri amici, ma soprattutto è un modo per essere liberi. A lungo andare, l’individuo si renderà conto che le limitazioni che egli stesso si pone sono troppo vincolanti e comincerà a soffrire di frustrazione. Le paure più ricorrenti sono: perdere il controllo della vettura, provocare incidenti, spingere l’acceleratore al posto del freno, guidare nel traffico o in situazioni meteorologiche particolari o ancora guidare senza un accompagnatore che ispiri fiducia.

Normalmente, questo fenomeno si riscontra maggiormente negli adulti, in particolare ne sono affette le donne. L’amaxofobia può dipendere da traumi vissuti in passato, come gli incidenti stradali, ma a volte è legata al timore di prendere in mano la propria vita, quest’ultima intesa come percorso di crescita e d’indipendenza. In questi casi la persona ha paura di allontanarsi da quelle figure rassicuranti che gli fanno compagnia durante la guida, creando così una specie di dipendenza e auto-convincendosi di non essere all’altezza di guidare, a causa di commenti altrui o di proprie fissazioni. Per combattere l’insicurezza, si consiglia di adottare delle strategie di rilassamento. Può anche essere d’aiuto avere accanto un istruttore di guida, che oltre ad infondere sicurezza, farà esercitare il guidatore se è alle prime armi o fare un po’ di ripasso per coloro che invece vogliono riprendere a guidare.

Vi è mai capitato di soffrire di amaxofobia?                   

Written by: Silvia Orani

Previous post

Musica

Jump, uno dei brani simbolo degli anni ‘80

Durante la lettura si consiglia l'ascolto del brano: "Jump - Van Halen" https://m.youtube.com/watch?v=SwYN7mTi6HM Il 25 febbraio 1984 i Van Halen raggiungevano la prima posizione della classifica statunitense con il brano Jump. Fu l’unica canzone del gruppo a raggiungere la vetta della Billboard Hot 100. Senza dubbio una delle canzoni più famose del gruppo, venne scritta da David Lee Roth, ispiratosi al tentato suicidio di un uomo che voleva buttarsi da […]

today25 Febbraio 2020

Post comments (0)

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0%