fbpx
play_arrow

keyboard_arrow_right

skip_previous play_arrow skip_next
00:00 00:00
playlist_play chevron_left
volume_up
chevron_left
  • play_arrow

    Young Premi PLAY per ascoltare

  • play_arrow

    Deep

  • play_arrow

    Relax

  • play_arrow

    Passion

Cinema e TV

La prima attrice robot

today8 Luglio 2020

Background

Durante la lettura si consiglia l’ascolto del brano: “Catalogo – Willie Peyote”

Nel film “B” sbarcherà sul grande schermo un’ attrice con intelligenza artificiale, addirittura con il ruolo di protagonista

Erica è la prima robot a recitare in un film. In Giappone era già arrivata sul piccolo schermo, conducendo alcuni telegiornali. Ed ora il grande salto: sarà la protagonista del film “B”.

La pellicola – che probabilmente uscirà solo nel 2022 – è sostenuta da un progetto dalle grandi ambizioni: le tre compagnie che lo produrranno vi hanno investito ben 70 milioni di dollari.

Sono stati gli scienziati giapponesi Hiroshi Ishiguro e Kohei Ogawa ad inventare Erica, permettendole di apprendere comportamenti e movimenti.

Per quanto riguarda il processo di “professionalizzazione attoriale”, Sam Khoze, uno dei produttori, ha affermato:

In altri metodi di recitazione, gli attori coinvolgono le loro esperienze di vita nel ruolo. Ma Erica non ha esperienze di vita. È stata creata da zero per interpretare il ruolo. Abbiamo dovuto simulare i suoi movimenti ed emozioni attraverso sessioni one-to-one, come controllare la velocità dei suoi movimenti, parlare attraverso i suoi sentimenti e allenare lo sviluppo del personaggio e il linguaggio del corpo.

Rivoluzione? Spesso ci chiediamo quanto in che modo la tecnologia arriverà a condizionare e cambiare le nostre vite ed il nostro mondo, e questo sembra proprio un passo importante in questo processo.

Che questo sia dunque solo il primo atto di una tecnologizzazione dei campi umanistici? Sarà l’inizio di una competizione con gli attori reali? Ci auguriamo di no, a maggior ragione in un momento così duro per il cinema.

Vedremo intanto come sarà la performance di Erica e quali conseguenze avrà sul mondo, cinematografico e non.

Written by: Leonardo Musio

Previous post

Salute e benessere

Dismorfofobia, l’ossessione per i propri difetti

Durante la lettura si consiglia l’ascolto del brano: “I tuoi bellissimi difetti – La Municipàl” I difetti fanno parte del nostro essere, ci contraddistinguono dagli altri, rendendoci unici. Esistono però persone talmente ossessionate dai difetti, da avere una percezione distorta del proprio aspetto fisico. Questo disturbo prende il nome di dismorfofobia, ovvero l’ossessione di essere brutti o deformi. Come riconoscere chi è affetto da dismorfofobia? Solitamente sono i giovani e […]

today8 Luglio 2020

Post comments (0)

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0%