fbpx
play_arrow

keyboard_arrow_right

skip_previous play_arrow skip_next
00:00 00:00
playlist_play chevron_left
volume_up
chevron_left
  • play_arrow

    Young Premi PLAY per ascoltare

  • play_arrow

    Deep

  • play_arrow

    Relax

  • play_arrow

    Passion

Cultura

La nascita del 33 giri

today17 Settembre 2019

Background
share close

Il 17 settembre del 1931 Al Savoy Plaza Hotel in New York la RCA-Victor presentava il primo disco Long Playing a 33 giri, contenente la quinta sinfonia di Beethoven.

Il suo alto costo rese tardiva l’esplosione del prodotto, che solo dal 1948, con l’introduzione a minor costo della Columbia Records, cominciò a sostituire il 78 giri.

La novità era il materiale utilizzato, più resistente rispetto alla gommalacca, e la velocità minore con cui il disco girava: 33 giri al minuto invece che 78.

Inoltre il nuovo formato rappresentava un nuovo modo di ascoltare e fare musica. Da quel momento i musicisti, con 20 minuti in più a disposizione per ogni lato del disco, non solo avevano la possibilità di eseguire più canzoni, ma addirittura di riunirle intorno a un fulcro tematico.

Resistette alle novità del mercato il 45 giri, introdotto del 1949 dalla RCA, e dalle cassette negli anni sessanta, fino a tramontare con la nascita del Compact disc.

Sebbene tramontato dall’uso quotidiano, ma non dal mito, è ora diventato un prodotto raro tra i collezionisti.

Written by: Federica Ferrazza

Previous post

Facebook

News

News Tab: Facebook e il ritrovato impegno sociale contro la disinformazione

Sono serviti una manciata di scandali e l'oscuramento di alcuni account affinché il social network blu si risvegliasse dal torpore e si attivasse per rivoluzionare (si spera) definitivamente il vortice di disinformazione del quale è involontariamente divenuto esponente: ben presto Facebook cesserà di regolare la messa in primo piano delle notizie affidandosi ad un freddo algoritmo e delegherà questo delicato compito ai criteri giornalistici di professionisti in carne ed ossa. […]

today17 Settembre 2019

Post comments (0)

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0%