fbpx
play_arrow

keyboard_arrow_right

skip_previous play_arrow skip_next
00:00 00:00
playlist_play chevron_left
volume_up
chevron_left
  • play_arrow

    Young Premi PLAY per ascoltare

  • play_arrow

    Deep

  • play_arrow

    Relax

  • play_arrow

    Passion

Cultura

La musica nel 2019: un algoritmo pubblicherà 20 nuovi album

today25 Marzo 2019

Background

Accanto ad artisti del calibro dei Coldplay ed Ed Sheeran, la Warner Music Group, in accordo con la Endel, ha appena aggiunto un nuovo nome alla sua cerchia, un componente del tutto fuori dal comune: è un algoritmo il nuovo arrivato, ed ha un contratto per la pubblicazione di ben 20 nuovi album per questo 2019.

Del resto, negli ultimi tempi gli algoritmi hanno compiuto straordinari progressi: basti ricordare la sinfonia incompiuta di Franz Schubert, che ha trovato una degna conclusione proprio grazie all’operato dell’intelligenza artificiale di Huawei.

Lo scopo fondamentale che si propone la startup Endel, creatrice ufficiale degli algoritmi in questione, è quello di creare tracce audio personalizzate al fine di andare in contro all’umore delle persone. Ad ora la casa discografica ha pubblicato 5 degli album che si è prefissata entro dicembre, dal titolo “paesaggi sonori per il sonno”. Tra i progetti di questo primo ciclo vi è l’intento di ridurre l’ansia nei soggetti in ascolto.

Le parole del cofondatore e CEO di Endel, Oleg Stavitsky, fanno presagire dei risultati sorprendenti:

Vogliamo capire il contesto di ogni singola giornata e riorganizzare l’intero ambiente intorno a te.

Oleg Stravitsky

Per il futuro, la Endel prevede di costruire un vero e proprio software interconnesso che possa tenere sotto controllo i parametri di tutti i suoi utenti. Creare un soundscape ad hoc per ogni ascoltatore e per farlo rilassare a fine giornata è tra gli obiettivi prefissati.

Written by: Chiara Mezzina

Previous post

Bill Gates

News

Le 10 invenzioni che segneranno il futuro secondo Bill Gates

Bill Gates, fondatore della Microsoft nonché visionario filantropo statunitense, è sempre stato considerato un uomo con uno sguardo più lungimirante rispetto alla media: è ormai diventata leggenda quella fatidica intervista che rilasciò per Playboy nel 1994, dove previde con grande accuratezza quali sarebbero stati alcuni tra i principali capisaldi dell'allora nascente comunità online: da Facebook a Netflix, non sbagliò un colpo. Vedere film. Scegliere un film in base a quello […]

today25 Marzo 2019

Post comments (0)

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0%