fbpx

Young

Premi PLAY per ascoltare

Traccia corrente

Titolo

Artista

Show attuale

Oroscopo

07:00 07:10

Show attuale

Oroscopo

07:00 07:10


Le ultime 5 canzoni trasmesse:

A SONG FOR THE LOVERS

RICHARD ASHCROFT

NON SE NE PARLA

GEMITAIZ & MADMAN

TSUNAMI

ANNALISA

LITTLE SOMETHING

MELODY GARDOT, STING

SENZA NUVOLE

ALESSANDRA AMOROSO


La banda di Boris incontra il Tufello

Scritto da il 23 Luglio 2020

Soundtrack da ascoltare durante la lettura: “Gli occhi del cuore” – Elio e le Storie Tese

Giovedì 16 luglio i ragazzi del cinema Astracult hanno organizzato una serata all’aperto nel quartiere Tufello di Roma, dove hanno proiettato il film “Boris”, uscito nell’ormai lontano 2011. Oltre ad una serata piacevole e splendidamente organizzata, la ciliegina sulla torta è stata la presenza di membri del vecchio cast che sono stati intervistati poco prima della proiezione del film. I registi Luca Vendruscolo e Giacomo Ciarrapico, gli attori Max Bruno (Martellone), Caterina Guzzanti (Arianna), Ninni Bruschetta (Duccio), Luca Amorosino (Alfredo), Alessandro Tiberi (Seppia), Andrea Sartoretti (lo Sceneggiatore) e Karin Proia (Karin) hanno arricchito la serata di simpatici aneddoti sulla serie e i suoi “dietro le quinte” e si sono lasciati andare a qualche battuta di spirito. Un momento importante è stato dedicato al ricordo di due figure che hanno reso grande la serie e che sono purtroppo venute a mancare l’anno scorso: lo sceneggiatore e regista Mattia Torre e l’attrice Roberta Fiorentini (Itala). Da fan della serie e del film ho amato l’atmosfera, il modo in cui gente di tutte le età si è riunita nella zona popolare del Tufello, quartiere a cui sono legato da sempre, e la leggerezza con cui gli ospiti hanno condiviso la loro esperienza con la serie, trasformando quella che doveva essere un’intervista in una piacevole chiacchierata tra amici. Da questo e altri punti di vista il lavoro dei ragazzi di Astracult è lodevole, giovani che si impegnano a promuovere la cultura nel quartiere, ricordandoci che il cinema non è solo arte, ma anche un’occasione per stare insieme, facendoci riscoprire il piacere di incontrare persone nuove – sempre a distanza di sicurezza – ed entrare in contatto con i grandi personaggi del cinema italiano e della romanità più in generale, che prima era possibile conoscere esclusivamente da casa, magari proprio immaginandoci come potevano essere dal vivo. Questo evento è nato per volere della stessa Caterina Guzzanti, che due settimane prima si era intrufolata, a grande sorpresa del pubblico, ad una proiezione, proponendo agli organizzatori e ai presenti un incontro con parte del cast, proposta che è stata ovviamente accolta da applausi e grida di giubilo.

Taggato come

Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Leggi

Articolo seguente

Il peccato originale


Icona