fbpx

Young

Premi PLAY per ascoltare

Traccia corrente

Titolo

Artista

Show attuale

Qualcosa alle 7

07:03 09:00

Show attuale

Qualcosa alle 7

07:03 09:00


Intramontabile Vasco

Scritto da il 5 Giugno 2019

In questa settimana è iniziato lo spettacolo rock più folle dell’anno con un Vasco Rossi che sale in vetta a tutte le classifiche del mondo con i suoi straordinari concerti. Lo troviamo in formissima nelle prime due date delle 6 previste a San Siro, le altre sono fissate al 7, 11 e 12 Giugno, in un tour che si concluderà con altre due date a Cagliari. Veramente sbalorditivo il numero di persone presenti allo stadio San Siro.

Che Vasco sia un mito e abbia fatto la storia è poco ma sicuro. Ma forse credevamo che non lo avremmo mai più visto in queste performance dal carattere “duro” e “rock” che sono il suo marchio di fabbrica. All’età di 67 anni Vasco è tra i cantanti più affermati della storia della musica italiana e l’unico cantautore in grado di mettere d’accordo tre generazioni di italiani. Proprio come lui, i più giovani ricercano i pezzi più energici del suo repertorio musicale. Ma anche le canzoni più soft, quelle che ricordano che Vasco Rossi è sì un rocker italiano, ma è anche un’anima sensibile e profonda.

Proprio questo dualismo affascina tutt’ora i suoi fans, che lui dichiara apertamente essere la sua fortuna più grande. Quelle canzoni che assomigliano quasi a poesie messe in prosa e che danno una chiave di lettura nuova, più grintosa. Come se anche l’amore o il dolore sia d’obbligo viverlo alla massima potenza perché solo provando le emozioni in tutta la loro pienezza si è in grado di trovare un equilibrio. Forse è per questo che Vasco in una sua famosa canzone canta “ho fatto un patto sai, con le mie emozioni. Le lascio vivere e loro non mi fanno fuori!”– e probabilmente il buon vecchio ma ancora attivissimo cantatutore ha davvero trovato la formula per la serenità da lui tanto ricercata.

E forse è anche per questo che ancora oggi lo troviamo sul palco più carico che mai, sempre con la sua voce roca, che urla alla sua gente di andare al massimo, di vivere una vita spericolata e audace, di cogliere le giornate così come sono e di ricordarci, come ha detto una volta lui:

La vita non è una commedia che puoi provarla prima. La devi vivere improvvisando!

Vasco Rossi

È questo il Vasco che ritroviamo nei suoi concerti, quello spettacolo che ci fa vivere come se ci trovassimo fuori dal mondo perché “il rock è la fuga dalla realtà”: e allora noi lo ritroviamo sempre lì, sul suo sgabello o con la sua chitarra in mano, che ancora salta e corre a destra e sinistra, che si avvicina al pubblico e stringe i reggiseni delle donne quando glieli lanciano mentre canta Rewind. E lo fa in segno di vittoria, come a dire “eccomi qua, sono ancora io, sempre io”, perché lui è contro ogni tipo di omologazione ed è il paladino della libertà, sinonimo di violazioni, inadempienze, frutto di quella parte di sognatori che rimane ancora in piedi e vuole vedere un mondo migliore, un mondo al quale strappare la bellezza. E Vasco ce la fa trovare sul palco, in ogni canzone che ci racconta e che consuma.

Poi ci ricorda che ora questo Vasco è anche cresciuto, ora è più saggio e per questo ci canta la “verità”. Ma ci insegna anche a vivere sempre di noi stessi, senza pregiudizi, senza moralismi. Alla fine conclude il suo spettacolo con i fuochi d’artificio e Albachiara e ci fa sentire come se per un istante tutto ciò che cerchiamo sia proprio lì, con lui. Firmato Vasco.

Di Veronica Mori


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.