fbpx

Young

Premi PLAY per ascoltare

Traccia corrente

Titolo

Artista


Le ultime 5 canzoni trasmesse:

CAUGHT OUT THERE

KELIS

LONTANO DAGLI OCCHI

GIANNA NANNINI

CONTATTO

NEGRAMARO

DON'T LEAVE ME NOW

LOST FREQUENCIES, MATHIEU KOSS

CHANGES (1999 REMASTER)

DAVID BOWIE


Il Vinyl Village torna a Roma

Scritto da il 13 Ottobre 2020

Soundtrack da ascoltare durante la lettura: “Vinyl” – Ryan Upchurch

Torna il Roma Vinyl Village il 17 ottobre 2020 per la gioia dei collezionisti, dei semplici amatori e dei musicomani.

Quando parliamo di musica, sopratutto noi “ragazzi degli anni ’70” non possiamo non pensare ai dischi in vinile. Storici supporti che conserviamo gelosamente accanto al giradischi che fu dei nostri fratelli maggiori o dei nostri genitori.
Su quel piatto sono passati nomi leggendari, quella puntina ha graffiato brani che lasciato un segno incancellabile nei nostri ricordi. Negli ultimi anni i dischi in vinile, scalzati nel tempo da altri supporti musicali più moderni, sono tornati con prepotenza sul mercato.
Complice un’ondata nostalgica e il fascino che, in ogni caso, non hanno mai perduto.

Gli amanti più appassionati hanno continuato nel tempo a curiosare nei negozi che ancora vendevano gli Lp e i 45 giri. Mentre i nuovi estimatori hanno iniziato a comprarli online, anche oltre confine, alimentando di nuovo un mercato che si era affievolito, ma non si era mai del tutto arreso alla modernità.

Il gusto di spulciare fra le casse di dischi usati di qualche bottega vintage, il piacere di parlare di musica, di chiedere “Questo non lo conosco, come suonano?”. L’attenzione nel controllare se quel graffio è udibile, se il disco è solo sporco. Se il remix che abbiamo in mano è quello che è stato suonato a Londra e ha fatto esplodere l’impianto. Se la copia che abbiamo scovato proviene da una delle storiche radio libere che spopolavano negli anni ’70. Insomma, la storia che passa sotto le nostre dita.

Ecco, tutto questo NON È MAI MORTO.

Così come non è morto il Roma Vinyl Village. Magari si era assopito in un furgone pieno di dischi posteggiato in qualche strada secondaria. Magari stava rovistando in un magazzino pieno di mix o si è fatto 200 km per ritirare una collezione di jazz.

Il Roma Vinyl Village è ormai divenuto un evento alternativo per tutti gli amanti di musica e del vinile. Non è solamente un vinyl market, ma si è distinto sempre per i djset, per gli spazi dedicati alla musica emergente che spesso tocca stili alternativi. Non è la solita fiera del disco insomma, ma una giornata dedicata alla cultura musicale e un momento di aggregazione e confronto. Un evento che va oltre la sola compravendita, perché è basato sulla condivisione di una delle passioni più grandi: la musica.
Senza distinzione di generi, di stili, di epoche.

Si tornerà quindi a cercare il disco sempre desiderato, si tornerà a godere delle selezioni musicali. Si tornerà agli scambi e agli ospiti in questa edizione dal nome quanto mai beneaugurante: Roma Vinyl Village 20 Re-Start Edit, l’edizione della rinascita, del ritorno.

L’appuntamento è per sabato 17 ottobre 2020 dalle 10.00 alle 20.00 a Roma, presso la Città Dell’Altra Economia in Largo Dino Frisullo – Metro Piramide.

Vi ricordo solo di mantenere alta l’attenzione sulle direttive del distanziamento e sull’uso obbligatorio della mascherina affinché sia una giornata di festa in sicurezza per tutti.

Taggato come

Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.