fbpx

Young

Premi PLAY per ascoltare

Traccia corrente

Titolo

Artista


Il Mandela Day e l’#actionagainstpoverty

Scritto da il 18 Luglio 2019

Il 18 Luglio 1918 nasceva quello che sarebbe diventato il primo Presidente sudafricano di colore, il simbolo della lotta all’Apartheid, il messaggero di un discorso improntato sulla cooperazione e sulla riscoperta dei più alti valori umani: il premio Nobel per la pace Nelson Mandela, il cui vero nome era, ironia del destino, Rolihlahla, “piantagrane”.

Sono passati esattamente 101 anni dalla sua nascita e 10 dall’istituzione del Mandela Day ad opera delle Nazioni Unite, che quest’anno propongono, congiuntamente alla Nelson Mandela Foundation, un tema di riflessione molto specifico: la povertà nel mondo e il ruolo dell’istruzione per contrastarla, il tutto compresso nell’hashtag #actionagainstpoverty e nel sottotitolo “Next Chapter”.

L’istruzione è il grande motore dello sviluppo personale. È grazie all’istruzione che la figlia di un contadino può diventare medico, il figlio di un minatore il capo miniera o un bambino nato in una famiglia povera il presidente di una grande nazione. Non ciò che ci viene dato, ma la capacità di valorizzare al meglio ciò che abbiamo è ciò che distingue una persona dall’altra.

Nelson Mandela

Con queste parole Nelson Mandela espresse il concetto chiave ripreso oggi affinché si traduca in azione concreta, a partire dal singolo cittadino, fino ad arrivare alle istituzioni al vertice delle nazioni di tutto il mondo: saranno numerosissime le iniziative che si susseguiranno in questa giornata tutt’altro che simbolica a livello internazionale e che verranno coordinate passo dopo passo da un network in linea con i valori della Fondazione e, riflettendoci bene, con quelli insiti nell’animo umano di ognuno di noi, indipendentemente dal colore della pelle, dal credo religioso, da quello politico e dalle condizioni economiche.


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.