fbpx

Young

Premi PLAY per ascoltare

Traccia corrente

Titolo

Artista


Il debutto live dei Deep Purple

Scritto da il 20 Aprile 2020

“Durante la lettura si consiglia l’ascolto del brano Smoke on the Water – Deep Purple”

Il 20 aprile 1968Deep Purple facevano il loro debutto dal vivo a Tastrup, in Danimarca, prima tappa del gruppo che ha segnato le sorti dell’hard rock e dell’heavy metal.

Il tour fuori dalla Gran Bretagna prevedeva tappa in Danimarca e in Svezia. La band, non ancora con il nome con cui la conosciamo, era composta da Jon Lord e Ritchie Blackmore, Nick Simper, il batterista Ian Paice e il nuovo arrivato Rod Evans, che sostituiva Chris Curtis, il creatore originario della band chiamata nel suo nucleo iniziale Roundabout (La band ha poi subito ulteriori cambiamenti di formazione, tanto che se ne contano otto. La formazione classica è comunque reputata quella con Glover, Lord, Paice, Gillan e Blackmore).

Lungi ancora da esibizioni come quella al Rainbow Theater di Londra, per cui sono stati inseriti nel Guinness dei primati come band più rumorosa del mondo, quel tour fu comunque la miccia della band che ha dato inizio all’heavy metal. Dopo il tour infatti il gruppo prese il nome di Deep Purple su idea di Ritchie Blackmore, che si ispirava al brano omonimo di Peter DeRose. Da quel momento con una fortunata serie di album (il debutto Shades Of Deep Purple, The Book Of Taliesyn), che culmina con il grande successo con l’album omonimo, i Deep Purple attirarono l’attenzione del pubblico.

Gli anni ’70 furono il decennio del successo mondiale: influenzata dalle sonorità dei Led Zeppelin la band vira verso l’hard rock. Deep Purple in Rock e Machine Head sono ormai pietre miliari del rock. Poi le prime tensioni, l’arrivo del nuovo bassista Glenn Hughes e del cantante David Coverdale, che portò la band ad aprirsi a nuovi orizzonti, tra funky, rhythm’n’blues e soul. Tuttavia i dissidi, che già da lungo tempo minacciavano la coesione del gruppo, culminarono con lo scioglimento nel ’76. Negli anni ’80 il ritorno, e i Deep Purple continuarono ad avere un certo favore della critica anche negli anni ’90. Con 20 album in studio, milioni di vendite e un posto nella Rock and Roll of fame sono tra le band più influenti del XXesimo secolo.

Il gruppo comunque continua a produrre album (il prossimo in uscita è Whoosh!) e ad esibirsi dal vivo con inFinite: The Long Goodbye Tour, dichiarato purtroppo l’ultimo live.


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.