fbpx

Young

Premi PLAY per ascoltare

Traccia corrente

Titolo

Artista

Show attuale

Oroscopo

07:00 07:03

Show attuale

Oroscopo

07:00 07:03


Iggy Pop, Bowie e il periodo berlinese

Scritto da il 23 Settembre 2020

Soundtrack da ascoltare durante la lettura: “Lust For Life” – Iggy Pop

Lunedì Valentina con il suo Five Play Rock n’Roll ci ha fatto ascoltare Lust For Life, brano che per molti versi ha segnato la rinascita di Iggy Pop. 

Gli Stooges e la nascita del punk

La produzione degli Stooges che ripudiava le ostentazioni all’epoca fu ignorata, fino a quando un gruppo giovani ribelli americani trovò in loro l’inizio di un movimento che avrebbe sconvolto tutti: il punk. Uno dei pochi ad aver capito la potenzialità di Iggy fu David Bowie. Sempre attento alle novità musicali, capì che in lui c’era un’energia viscerale mai vista nel rock. Il Duca Bianco tentò di risollevare le sorti del gruppo così come aveva fatto con Lou Reed nel 72 con il celebre Transformer: ma Raw Power fu un fallimento, e la band si sciolse definitivamente. 

Due figure così diverse erano legate da un doppio filo: la dipendenza. Uno all’apice della carriera, l’altro senza una strada ma entrambi conducevano uno stile di vita che li stava distruggendo. Era arrivato il momento di lasciare Los Angeles, città che artisticamente non riusciva a dare più nulla perché patria dell’apparenza. 

Due cantanti, una città

Entrambi aspiravano ad una realtà completamente opposta, nella speranza di vivere nell’anonimato ed aiutarsi a vicenda nell’uscire dal periodo buio che stavano attraversando. Berlino si rivelò la città più adatta: i suoi paesaggi che univano malinconia e creatività ispireranno molti altri artisti, come gli U2. I due decisero di trasferirsi negli studi del Château d’Hérouville, che vide la nascita di The Idiot e Lust For Life. Erano una coppia a tratti bizzarra che passò totalmente inosservata nella Berlino della Guerra Fredda. Trascorrevano le giornate facendo passeggiate, dipingevano e visitavano gallerie espressioniste.  

Checkpoint Charlie in 1965
Checkpoint Charlie, 1965 

In studio avveniva la magia.  La coppia aveva una chimica impressionante : Bowie era attratto dalla spontaneità dell’amico, mentre Iggy trovava affascinate la dedizione e la metodicità di David. 

Lust For Life in particolare rappresentò in tutto e per tutto la rinascita di Iggy Pop: un disco dalle sonorità spontanee e immediate, che guardava al passato e lo reinventava con nuove combinazioni. La track omonima allude alla voglia di vivere ritrovata a Berlino, e il voler riaffermare una volta per tutte il titolo di padrino del punk. Sarebbe dovuta essere la rinascita di Iggy Pop. L’ironia bussò ancora una volta: con Lust For Life passò ancora una volta inosservato perché uscì appena due settimane dopo la morte del grande Elvis, per poi sprofondare nell’ombra dell’amico più popolare che da lì a poco avrebbe pubblicato Heroes

Per questa ed altre storie rock and roll, sintonizzatevi lunedì, mercoledì e venerdì su Five Play Rock n’Roll dalle 19 alle 19:30

Leggi anche – David Bowie: possiamo essere “Heroes”

Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.