fbpx
play_arrow

keyboard_arrow_right

skip_previous play_arrow skip_next
00:00 00:00
playlist_play chevron_left
volume_up
chevron_left
  • play_arrow

    Young Premi PLAY per ascoltare

  • play_arrow

    Deep

  • play_arrow

    Relax

  • play_arrow

    Passion

benessere

Alfabeto della Gentilezza: giochiamo?

today26 Giugno 2022

Background
share close

Soundtrack da ascoltare durante la lettura: “Esseri umani” – Marco Mengoni

Dovremmo imparare dalla spontaneità dei bambini ad essere “semplicemente più gentili”. Lo conoscete l’alfabeto della gentilezza?

“Solo parole belle che fanno stare bene”.

Un messaggio semplice, ma diretto e chiaro. È lo slogan con cui i bambini hanno accompagnato un alfabeto speciale. È l’Alfabeto della Gentilezza ed è indirizzato anche ai più grandi. Ha unito molte città italiane grazie ai bambini che lo hanno compilato.

Alfabeto della Gentilezza

Un pensiero comune, dunque, un fil rouge che lega tutti i più piccoli che spesso hanno le idee molto più chiare di noi, soprattutto se ben accompagnati dai loro genitori e dai loro insegnanti.

Ma che progetto è?

L’idea è di una giornalista di Firenze, Gaia Simonetti, ambasciatrice del progetto Nazionale Costruiamo Gentilezza. In pratica associa ad ogni lettera dell’alfabeto una parola che evoca o alimenta la gentilezza. Quindi una parola e che faccia star bene chi la scrive e chi la riceve.

L’idea lanciata nei mesi scorsi ha riscosso subito successo. In 240 giorni sono arrivati alla mail abc@costruiamogentilezza.org oltre 500 alfabeti da bambini di più città italiane, ma anche di altri Paesi. Hanno partecipato famiglie, gruppi classe, comitive di ragazzi. Per saperne di più cliccate qui.

Ora, tutte queste proposte, saranno raccolte in un ebook e potranno quindi raggiungere davvero moltissime persone.

Alfabeto della Gentilezza

Le parole più diffuse?

Ci sono dei punti in comune molto frequenti fra tutti questi alfabeti. Infatti le parole più diffuse sono: abbracci, baci, carezze, ma anche pace, che viene scritta spesso a colori e a caratteri cubitali. Si sa che i bambini si esprimono con grande genuinità attraverso i disegni.

“La lettera N ha visto la prevalenza della parola ” No alle tensioni”. Sono numerose le famiglie che accompagnano l’alfabeto con un messaggio di ringraziamento per il momento di condivisione che si viene a creare.” – Gaia Simonetti

Alfabeto della Gentilezza

Non in un giorno a caso…

“L’alfabeto della Gentilezza è nato a Firenze in una data speciale, il 2 ottobre dello scorso anno, proprio nel giorno della festa dei nonni. È un modo per ringraziare queste colonne di vita attraverso le parole gentili.” – Luca Nardi, Presidente di Cor et Amor e coordinatore del progetto Nazionale Costruiamo Gentilezza

A macchia d’olio…

L’alfabeto ha preso parte anche al Festival dell’Italia Gentile a Firenze e presto verrà declinato anche in altri ambiti tra cui quello sportivo. Infatti il viaggio di questo progetto non si ferma qui perché troverà spazio nelle iniziative delle giornate nazionali dei Giochi della Gentilezza dal 22 settembre al 2 ottobre prossimi. Questo evento sarà proprio incentrato sull’alfabeto della gentilezza e sui tanti colori con cui i bambini hanno scritto le parole gentili.

Impariamo da loro a fare la nostra piccolissima parte… cominciamo dall’iniziale del nostro nome e scriviamo anche noi un personale alfabeto buono! Che sia l’inizio di sole cose belle.

Alfabeto della Gentilezza

Written by: Redazione

Previous post

Post comments (0)

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0%