fbpx

Young

Premi PLAY per ascoltare

Traccia corrente

Titolo

Artista

Show attuale

Oroscopo

07:00 07:03

Show attuale

Oroscopo

07:00 07:03


È tutto il resto: Oggi sono io, Mina oltre i riflettori

Scritto da il 1 Aprile 2021

Soundtrack da ascoltare durante la lettura:”Oggi sono io” – Mina

Oggi il fil-rouge in radio è la treccia. La prima immagine che subito si impone tra i ricordi è la vistosa treccia che Achille Lauro fa volteggiare come un lazo per catturare Claudio Santamaria e Francesca Barra scappati dalla zona rossa. Forse non era andata così. I postumi di Sanremo 2021 si fanno ancora sentire. Una cosa è certa: il giorno dopo si è ripetuto con religiosità estrema il rito di fingersi critici musicali su internet per interpretare il messaggio.

Così su Twitter si sono susseguiti i “Ma che vor dì sto abito?” , “È David Bowie? Ma lo aveva già fatto” ,“Regà no, è un elicottero che ci ha creduto troppo.”

Un messaggio su Instagram del cantante chiarisce ogni dubbio disperato: il suo era un omaggio a Mina, la vera anima rock and roll della musica italiana.

La voce di Mina è un qualcosa che non si può descrivere a parole, per quanto questa non sia già una frase fatta. Ma è vero. Certi fenomeni e certe sensazioni messe nero su bianco impallidiscono nel momento in cui si scontrano con titani della musica. È una battaglia persa dal principio. Tanto vale districarsi tra le citazioni di altri grandi, chinare la testa e far parlare la musica. Louis Armstrong la definì “la più grande cantante bianca del mondo.”

 

Mina riesce con le sue sfumature indescrivibili ad insidiarsi negli spazi della quotidianità, fatta di giornate sempre uguali. Una voce rispettata quanto criticata dai suoi colleghi del rock italiano perché troppo trascinata, troppo melodrammatica. Ma quando la si incontra per la prima volta in un attimo qualcosa si spezza. Si trova la forza di alzare la testa dal computer e girarsi istintivamente verso la fonte del suono. In radio stanno trasmettendo Oggi sono io.

 

 E non so perché quello che ti voglio dire

Poi lo scrivo dentro una canzone

Non so neanche se lascolterai

(1) Mina – Oggi sono io – YouTube

L’ultimo scatto non rubato di Mina appartiene al 1978. Finché nel 2001 ricompare in uno studio di registrazione per cantare un brano di uno sconosciuto Alex Britti. Aveva vinto da poco Sanremo Giovani nel 99, proprio con Oggi sono io. Alla proposta di sentire un suo brano cantato da Mina accettò senza farselo chiedere due volte. Mina registra il brano in una prova.

 

Come vorrei poter parlare senza preoccuparmi

Senza quella sensazione che non mi fa dire

Che mi piaci per davvero

 

Il brano è un invito a fermarsi e ad imparare ad accettare se stessi prima di amare qualcuno. Darsi completamente ad un’altra persona è un atto di coraggio. Spesso l’amore si confonde con la paura di non restare da soli. Il protagonista quindi si impone una riflessione con il proprio io per allontanare i falsi miti dell’apparenza, e chiede al suo amore di aspettare. Non si può amare qualcuno senza prima amare se stessi. È un’assioma logico di una banalità imbarazzante. Ma l’essere umano ha una tendenza masochista: i consigli se li fa scivolare sulla pelle, deve prima sbattere la testa contro il muro. In fin dei conti vivere sta anche negli errori che si fanno.

 

Preferisco stare qui da solo

Che con una finta compagnia

E se davvero prenderò il volo

Aspetterò l’amore e amore sia

Oggi sono io è la promessa di riscoprire la propria individualità nelle proprie imperfezioni. Oltre i giudizi e oltre la paura di non essere abbastanza.

Leggi anche – È tutto il resto: Paul McCartney trova la sua strada 


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.