fbpx
play_arrow

keyboard_arrow_right

skip_previous play_arrow skip_next
00:00 00:00
playlist_play chevron_left
volume_up
chevron_left
  • play_arrow

    Young Premi PLAY per ascoltare

  • play_arrow

    Deep

  • play_arrow

    Relax

  • play_arrow

    Passion

YCB

Don’t panic: musica per le mie orecchie!

today12 Gennaio 2023

Background
share close

Soundtrack da ascoltare durante la lettura: “Vivo per lei” – Andrea Bocelli 

La musica è vita e una delle due cose non può esistere senza l’altra. 

“Dove le parole non arrivano… la musica parla”
Ludwig Van Beethoven

Come dargli torto. Ascoltare una sinfonia, una canzone o qualunque cosa somigli ad una melodia è ciò di cui abbiamo bisogno per raddrizzare una giornata storta, e non solo. La musica non è unicamente un contorno, ma è anche arte vera e propria, ma non basterebbero mille parole per definirla. Eppure, spesso, la rendiamo una sorta di colonna sonora della nostra vita e la sfruttiamo in ogni momento utile: mentre rifacciamo il letto, mentre andiamo a scuola, mentre ci laviamo i denti… Spesso la utilizziamo come zucchero per mandare giù la pillola, mettendola come sottofondo durante attività che non abbiamo voglia di svolgere. E lo studio, può essere addolcito da questo magico incantesimo

Sì o no?

Il dubbio c’è sempre. Capita spesso, infatti, che ci venga automatico indossare l’auricolare mentre studiamoEppure, può non avere gli effetti benefici che speriamo. Attenzione, però: non è detto che sia sempre così. Partiamo da un presupposto: per ogni studente funziona in maniera diversa. Quindi, spiacente, ma non posso rispondervi nettamente o no. Tuttavia, se per voi la musica, in generale, è un elemento di supporto e non di disturbo, è comunque necessario fare una precisazione. Secondo uno studio, infatti, può aiutare durante la fase del ragionamento verbale, quindi mentre si legge, ma crea difficoltà quando invece si parla di ragionamento astrattoIn altre parole, quando si tratta di ripetere ciò che abbiamo appena letto o di risolvere un problema, la musica non è l’alleata migliore. Ma non pensate di averla scampata così facilmente, non è così semplice come sembra!

Regolamento da seguire

Se volete studiare con la musica in sottofondo, non crediate di poter fare come vi pare. La concentrazione, infatti, si potrebbe perdere facilmente, perciò è necessario che seguiate alcune regole. Primo: potete dire addio alla vostra musica preferitaLo so, tutti vorremmo che queste canzoni ci tenessero compagnia in ogni istante della nostra vita, ma proprio per questo motivo non può aiutarci durante lo studio. Infatti, come tutti ben sappiamo, non appena sentiamo le prime tre note di una canzone che amiamo, il nostro cervello automaticamente comincia a pensare al testo e alla melodia, e quindi perde tutta la concentrazione che avevamo faticato a trovare. Una valida alternativa, però, è senza dubbio la musica classica

pianoforte, strumento di molti tipi di musica
Pianoforte: so che pensate a questo quando dico musica classica

Guardate che lo vedo quel sorrisino beffardo sui vostri volti, so che state pensando: 

“Non ascolterò mai e poi mai la musica classica”. 

Ma, fidatevi di me, non partite prevenuti! Questo genere, del resto, è, in molti casi, armonioso e tranquilloProprio per questo, è l’ideale per restare concentrati e motivati e per riuscire a migliorare le prestazioni

Oppure, se proprio non tollerate la musica classica, la natura ci viene in aiuto! 

Eh sì, avete presente, ad esempio, i suoni della pioggia, delle onde, o il cinguettio degli uccellini?

musica della Natura
Natura, perennemente alleata

Ecco, questi possono darci una mano molto significativa mentre studiamo. Non sono elementi di distrazione, perciò sono ottimi!

Attenti solo a non addormentarvi! 

Ora conoscete tutti i trucchi del mestiere, sicuramente sarà più semplice selezionare la playlist da ascoltare mentre aprite i libri. E, soprattutto, la musica, anche in questo caso, diventerà un mezzo di supporto, e non di intralcio! 

Scritto da: Benedetta Bini

Written by: Aurora Vendittelli

Previous post

Post comments (0)

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0%