fbpx
play_arrow

keyboard_arrow_right

skip_previous play_arrow skip_next
00:00 00:00
playlist_play chevron_left
volume_up
chevron_left
  • play_arrow

    Young Premi PLAY per ascoltare

  • play_arrow

    Deep

  • play_arrow

    Relax

  • play_arrow

    Passion

Letteratura

Crogiolarsi alla luce del sole? Naaah

today10 Dicembre 2022

Background
share close

Soundtrack da ascoltare durante la lettura: “Forbidden Love” – Madonna

“Trullallero trullalà,
che cosa abbiamo qua?

Dissacrazione”
-“poesia” assolutamente non improvvisata

Vi piace quella robetta sopra? –Non potete dire di no- Bene, perché l’ho composta apposta per voi e per questo articolo. Lo so che vi mancavo, ma  è il momento di asciugare le lacrime e mettere da parte i fazzoletti: è ora di divertirsi. Il tema di oggi è “L’Amore proibito”.

la mia reazione quando scopro che sto leggendo queste Trope
La mia reazione quando scopro che sto leggendo queste Trope

Ovviamente scegliamo male

C’è una ragione, se Romeo e Giulietta è tra le opere più meh di William Shakepeare e quella più amata delle dodicenni-quindicenni. – Se poi dopo, già a sedici anni, continuate a vedere il mondo tutto rosa, fiori, unicorni e nuvole di zucchero filato non me lo dite. Per favore, risparmiatemi la sofferenza.- Ma, evitando di scomodare due adolescenti morti perché hanno ideato un piano –la regia mi informa che erano più di uno, ma questi son dettagli.- con qualsiasi cosa meno che con il cervello, parliamo di cose più pratiche.

La Trope del Forbidden Lovenon chiedetemi perché sono tutte in inglese. Forse perché fa meno cringe…- consiste in, ovviamente, due protagonisti che non devono innamorarsi per motivo X e, ovviamente,  si innamorano. Alcuni esempi pratici?

  • I protagonisti sono due uomini e nella società in cui vivono l’omosessualità è proibita.
  • I due protagonisti appartengono a due fazioni rivalisì, quei due ragazzini li sto scomodando comunque, ma non soffermiamoci sulle piccolezze-.
  • Una è una strega e l’altro è un soldato dell’Inquisizione. O altre cose per cui sono “nemici” per natura, tipo vampiri e lupi mannari.

E via elencando. Tanto i cliché sono sempre quelli e Romeo e Giulietta è il manuale dettagliato.

Traditrice!

Per parlare di questa trama devo fare un passo indietro, perché non viene coinvolta solo la dinamica ormonale. -I protagonisti sono adolescenti, quindi mi rifiuto di definire il sentimento “amore”– Una delle relazioni su cui si preme troppo poco nei romance in generale è l’amicizia, ma lo sappiamo tutti, una delle regole fondamentali di questo rapporto è:

“Mai restare coinvolti in modo non amichevole la cotta/ fidanzato/ famiglia del tuə migliore amicə.”

Perciò quando capisco che ciò che sto leggendo è un “Brother’s Best Friend”, ho la tendenza a chiudere subito e a cambiare testo. Vi fermo prima che possiate giudicare, vi chiedo, come la prendereste voi se aveste il ruolo di migliore amicə?

Anche perché, se P di protagonista combina qualche casino, o il caos scoppia a casa o scoppia con appunto la vostra amicizia più cara e la conclusione è che venite fregati in tutti i casi. Ma ovviamente nessuno, eccetto me, pensa all’ottica di un personaggio secondario di una fan fiction che avrebbe tutto il diritto di sentirsi anche un po’ tradito da P. E questi sono i motivi per cui questa trope è stata inserita nell’articolo. Tralasciando la psicologia, la trama è molto semplice:

P è a casa di BF –best friend. Altrimenti mi perdo a farmi problemi, inutili visto che non esiste, con i pronomi.-  e succede qualcosa per cui si ritrova a girare per casa da solə e, ovviamente, incontra il fratello maggiore di BF. Questa dinamica succede in continuazione, con scuse sempre più strane e situazioni sempre più surreali. E niente, che altro devo dirvi?

Questo è il concetto: due persone che frequentano la stessa abitazione da tutta la loro vita non riescono ad impararsi la disposizione di tre stanze e di un corridoio.

Attenzione alla differenza

Questa trope va presa con le pinze e con delicatezza e attenzione degne di un intervento chirurgico. Non credo di dovervi spiegare in cosa consiste l’Age Gap, quindi lasciate che vi dica piuttosto perché questa trama è pericolosa. Però non fraintendetemi, è normale che ci siano coppie con una grande differenza di età e io stessə ne ho incontrate tantissime: il problema non è il divario in sé, ma le età che vengono scelte.

Le prime sirene di allarme compaiono quando uno dei due personaggi è un adolescente o ha appena superato la maggiore età –le vibes da pedofilia sono proiettili quasi impossibili da schivare.-, soprattutto se poi la controparte è un loro professore –perché sono queste le situazioni-. E ok che tutti abbiamo fantasticato di portarci a letto un insegnante –e alcuni, eroi, ci sono anche riusciti.-, ma poi si rischia di sfociare nella situazione di “mi approfitto perché ho più esperienza” e non è bello.

Di per sé, però, l’Age Gap è una trope troppo vaga da dissacrare, visto che si può applicare a qualsiasi ambiente e risultare un’arma a doppio taglio solo per scelta di chi scrive la trama. –I personaggi non scelgono la loro età da soli-.

Una Trope Age Gap funzionale
Questo è un Age Gap che funziona: lei avrà 25-30 anni, lui ne ha una quarantina, ma nessuno ci trova niente di strano.

 Mentre scrivevo continuavo a domandarmi perché il Forbidden Love e le sue declinazioni –così potenzialmente tossiche- abbiano tanta presa sui lettori. Forse questa trama è così amata perché riprende il concettoinfantile- di “l’amore vince su tutto”. Però, la domanda che ci dobbiamo fare è –sempre che poi non rientri in quegli amori tossici o da Lannister.- “Se la mia relazione fosse proibita starei malissimo, quindi perché devo proibire quella di qualcun altro?”

Wow. Non avrei mai creduto di dare conclusioni profonde ad articoli come questo-.

Written by: Aurora Vendittelli

Previous post

Post comments (0)

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0%