fbpx

Young

Premi PLAY per ascoltare

Traccia corrente

Titolo

Artista


Chris Cornell, nessuno canta come te. L’album postumo

Scritto da il 26 Dicembre 2020

Soundtrack da ascoltare durante la lettura: “Nothing compares 2 you” – Chris Cornell

L’11 dicembre la famiglia di Chris Cornell ha pubblicato un nuovo album di cover, intitolato No One Sings Like You Anymore e registrato dal frontman di Soundgarden e Audioslave nel 2016.

Il disco si compone di reinterpretazioni realizzate con l’inconfondibile voce di Chris Cornell. L’artista, scomparso il 18 maggio 2017, in questo disco suona tutti gli strumenti in fase di registrazione insieme a Brendan O’Brien. Questa caratteristica sta prendendo sempre più piede negli ultimi anni, sono in molti infatti i musicisti che “costruiscono” traccia su traccia i brani suonando personalmente tutti gli strumenti. Un approccio con le sonorità che si spoglia di qualsiasi orpello. Un ritorno alle origini in cui la musica è unica sovrana e in ogni strumento si percepisce la pennellata artistica di Chris. Come in una sorta di caleidoscopio scopriamo, brano dopo brano, tutte le sfaccettature di questo musicista che manca davvero molto.

Nel nuovo album postumo trovano spazio cover di altissimo livello incise da Chris come la sua Black Hole Sun e il brano Stay With Me Baby di Lorraine Ellison, inclusa nella colonna sonora della serie televisiva Vinyl e ancora Patience dei Guns N’Roses, pubblicata lo scorso luglio nel giorno in cui Chris Cornell avrebbe compiuto 56 anni.

Nei post condivisi sui profili social dedicati a Chris Cornell si legge:

“Oggi, Vicky Cornell e i suoi due figli, Toni e Christopher, a nome della Chris Cornell Estate, pubblica ‘No One Sings Like You Anymore’, una raccolta di 10 cover selezionate personalmente da Chris Cornell per celebrare gli artisti e le canzoni che lo hanno ispirato”.

È stata pubblicata su Instagram anche una clip con una didascalia in cui il disco viene descritto come “il suo ultimo album in studio interamente completato”.

“Questo album è così speciale perché è un’opera d’arte completa che Chris ha creato dall’inizio alla fine. La sua scelta delle cover fornisce uno sguardo personale ai suoi artisti preferiti e alle canzoni che lo hanno profondamente toccato. Non vedeva l’ora di pubblicarlo. Questo momento è al contempo dolce e amaro perché dovrebbe essere qui Chris a farlo, ed è con angoscia e gioia che condividiamo questo album speciale. Tutti noi potremmo usare la sua voce per aiutarci a guarire e risollevarci quest’anno, specialmente durante le festività natalizie. Sono così orgogliosa di lui e di questo incredibile album, Chris sarà sempre amato, è una delle voci più grandi del nostro tempo”.
Vicky Cornell

La figlia Toni ha dichiarato: “Quando mio padre stava realizzando questo album, è stato così divertente – ricordo che mi svegliavo la mattina, facevamo colazione insieme e andavo con lui in studio. Prendevamo le nostre lezioni di piano lì e Christopher giocava ai videogiochi con Brendan e mio padre. Abbiamo così tanti ricordi incredibili. Sono davvero felice di condividere questo album. Ti vogliamo bene, papà”.

Christopher Cornell ha fatto sapere: “Ci siamo divertiti così tanto in studio durante quel periodo, nei giorni liberi andavamo a Tree People e facevamo escursioni lì. Abbiamo anche giocato a nascondino all’interno del Beverly Hills Hotel e se le persone della sicurezza ci avessero visti, sicuramente avrebbero pensato a quanto fosse divertente che mio padre stesse correndo attraverso le scale antincendio con noi. Per me questo album rappresenta chi era mio padre. Sono davvero orgoglioso di lui e del suo lavoro. Spero che amiate questo disco tanto quanto lo amo io”.

E questi racconti ci catapultano immediatamente nel mood dell’album. È con queste immagini in mente che ci metteremo all’ascolto della tracklist.
Traccia dopo traccia assaporando l’anima di una grande artista e gustando le sue percezioni rovesciate in musica.

No One Sings Like You Anymore è disponibile su tutte le piattaforme digitali e dal 19 marzo su vinile:

  1. “Get It While You Can” — Howard Tate/Janis Joplin
  2. “Jump Into The Fire” — Harry Nilsson
  3. “Sad Sad City” — Ghostland Observatory
  4. “Patience” — Guns N’ Roses
  5. “Nothing Compares 2 U” — Prince
  6. “Watching The Wheels” — John Lennon
  7. “You Don’t Know Nothing About Love” — Carl Hall
  8. “Showdown” — Electric Light Orchestra
  9. “To Be Treated Rite” — Terry Reid
  10. “Stay With Me Baby” — Lorraine Ellison


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Vai alla barra degli strumenti