fbpx

Young

Premi PLAY per ascoltare

Traccia corrente

Titolo

Artista

Show attuale

Hit Parade

10:00 10:30

Show attuale

Hit Parade

10:00 10:30


Chiacchiericcio: Terremoto in NBA

Scritto da il 15 Gennaio 2021

Soundtrack da ascoltare durante la lettura: “Lean Wit Me” – Juice World

Qui su voicebookradio.com amiamo sperimentare, che sia dietro al microfono o alla macchina da scrivere -o quasi-. Per questo nasce anche questa rubrica che, man mano, sta affinandosi.

NBA: Where amazing happens

Questa volta però, bisogna ammetterlo, la storia di cui tratteremo è una scelta unidirezionale di chi scrive e si rivolge verso il più glamour tra gli sport: il basket NBA.

Come sappiamo alla componente atletica, quasi ipertrofica, della Lega più spettacolare del mondo, si uniscono talenti esagerati e personalità, per così dire, estrose.

NBA
James Harden, il “Barba”

Il vero e proprio terremoto è iniziato quando, come da tradizione, Woj ha sganciato la bomba: dopo mesi di telenovela e solo a distanza di pochi giorni dalle dichiarazioni che sancivano lo status di separato in casa per James Harden, il Barba è stato scambiato!

Woj Bomb! Woj Bomb! You’re my Woj Bomb…

What’s next?

La trade, così si chiamano gli scambi in NBA, è di proporzioni mastodontiche e non poteva essere altrimenti per un giocatore che, al netto di uno stile di gioco che può risultare indigesto ai fan della circolazione di palla, si è dimostrato in grado di gestire enormi responsabilità offensive con efficienza ed efficacia.

Quello che tutti si chiedono ora è… Dov’è Kyrie Irving? O, piuttosto, come e se riusciranno a convivere tre Superstar come, appunto, Mr. Flat Earth, Kevin Durant e il Barba?

Per chi se lo stesse chiedendo, ovvero tutti, questo è il roster attuale dei Brooklyn Nets

Offensivamente sembrano esserci pochi dubbi, stiamo parlando di alcuni degli “attaccanti” più forti della storia del gioco, numeri alla mano. Le difficoltà, piuttosto, sembrano emergere dal punto di vista della team chemistry, vitale se si vuole puntare a dire la proprio ai Playoff.

Quel che sappiamo per certo è che Harden voleva ricongiungersi con KD, dopo gli anni trascorsi assieme con la canotta degli OKC Thunder. Kyrie, invece, continua a dimostrarsi tutto fuorché un leader pur volendo essere ritenuto tale e, malgrado l’incontestabile talento, i fasti dei Cavs (insieme a LeBron) sembrano essere lontani.

L’ago della bilancia sarà probabilmente Kevin Durant che si troverà nella poco invidiabile situazione di placare le circonvoluzioni mistiche di Kyrie e l’istinto da sommelier di night club del Barba. Ci riuscirà?


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.