fbpx
play_arrow

keyboard_arrow_right

skip_previous play_arrow skip_next
00:00 00:00
playlist_play chevron_left
volume_up
chevron_left
  • play_arrow

    Young Premi PLAY per ascoltare

  • play_arrow

    Deep

  • play_arrow

    Relax

  • play_arrow

    Passion

Cinema e TV

Breaking Bad in due ore? Adesso è possibile

today16 Marzo 2017

Background
share close

Avete presente quando qualcuno vi chiedeva “Ma di cosa parla Breaking Bad?” e voi non avevate idea di come spiegarglielo in breve senza perdere troppi dettagli importanti? Se la risposta è no, complimenti perché siete dei geni della sintesi e se la risposta è si, sappiate che qualcuno è riuscito a condensare tutte e cinque le stagioni della serie in sole due ore di filmato.

Dopo due anni di duro lavoro e tante notti insonni gli editor Lucas Stoll e Gaylor Morestin sono riusciti a montare in un unico lavoro le scene più significative di tutte le 60 ore di serie TV.
Questo enorme progetto, come spiegato da uno dei due autori, non va considerato meramente come un film ma più come una rivisitazione della storia sotto un occhio diverso, qui trattata come lungometraggio.
L’obiettivo principale è quello di rivivere la trama in una prospettiva cinematografica, racchiudendo in 127 minuti tutte le vicende in cui viene coinvolto Walter White e facendovi tenere gli occhi incollati allo schermo per tutte e due le ore; diciamocelo, sintetizzare 62 episodi di una serie tanto ricca di avvenimenti in così poco tempo implica che ogni singola scena sia cruciale per capire al meglio la storia.

Piccolo preambolo per chi non ne avesse mai sentito parlare: Breaking Bad è stata creata da Vince Gilligan e tratta, molto in sintesi, del professore di chimica Walter White interpretato da Brian Cranston (conosciuto principalmente come il padre del protagonista della serie Malcolm In The Middle) che, dopo aver scoperto di avere un cancro ai polmoni, decide di sfruttare le sue conoscenze chimiche per entrare nel mondo della droga, affiancato da un suo ex studente diventato spacciatore, Jesse Pinkman.

Per chi fosse troppo pigro o impegnato per recuperarsi le 5 stagioni di Breaking Bad, per chi fosse solamente curioso o, ancora, per gli appassionati che hanno seguito dall’inizio alla fine la trasformazione di Walter White in Heisenberg e vogliono riviverla da un’altra prospettiva, questo lavoro merita di essere visto, anche solo come omaggio all’estenuante lavoro di questi due editor.

Written by: Elisa Fanais

Previous post

News

Il gap tra generi nell’Italia di oggi

Nel 2013, in Italia, la quota di 25-64enni che si sono diplomati è di 3 punti percentuali a favore delle donne. Sono questi i dati che emergono dalle ultime indagini ISTAT e che evidenziano un vero e proprio svantaggio maschile nel settore dell’istruzione. Anche in ambito universitario, la situazione è molto simile: sono infatti laureati il 17,7% dei maschi tra i 30 e i 34 anni contro il 27.2% delle […]

today11 Marzo 2017

Post comments (0)

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0%