fbpx
play_arrow

keyboard_arrow_right

skip_previous play_arrow skip_next
00:00 00:00
playlist_play chevron_left
volume_up
chevron_left
  • play_arrow

    Young Premi PLAY per ascoltare

  • play_arrow

    Deep

  • play_arrow

    Relax

  • play_arrow

    Passion

YCB

Bozzoli da studio

today30 Dicembre 2022

Background
share close

Soundtrack da ascoltare durante la lettura: “Gnossiennes Nos. 1-3” – Erik Satie

Dal terzo anno di liceo ad oggi, le sinfonie di Erik Satie mi hanno accompagnata nella preparazione di qualunque verifica. E, ripensando a tutte quelle ore di studio matto e disperatissimo, mi rendo conto che per la maggior parte, le ho spese nelle cosiddette aule studio. Anni di ricerca e attenta analisi mi hanno portata alla scoperta dei caffè e aule in cui chiudersi sui libri in compagnia di altri studenti che, stanno vivendo un profondo disagio interiore. E allora perché non condividere la saggezza accumulata in tutto questo tempo, consigliandovi i luoghi che, a parer mio, si prestano da ottime aule studio?

Caffè Letterario

Studio al caffè Letterario
Questa è la sezione “studio”, ma il locale è ben più grande!

A Porto Fluviale, poco distante dal Gazometro, si nasconde una location studio adatta a tutti quelli che fanno lunghe pause tra una sessione e l’altra. Il Caffè Letterario è un centro culturale dove, principalmente nel weekend, artisti e scrittori promuovono incontri e iniziative, mentre gli ospiti sorseggiano tè fumanti e crostatine. Eppure, nei giorni lavorativi ecco che si trasforma, assumendo le sembianze di un campo da battaglia, in cui le fazioni sfidanti sono universitari con troppe poche ore di sonno e immensi grattacieli di appunti.

Il bello è che se ti stufi di studiare, puoi staccare la mente godendoti un buon cappuccino nello spazio adibito alla caffetteria, sotto una calda luce soffusa e immensi quadri colorati. Appena entrati in questo enorme pseudo-garage, basterà pagare una quota fissa per ritirare un ticket per la consumazione. D’allora in poi avrai a tua disposizione i cibi del buffet e potrai sederti ai tavoli tondi per goderti una sessione studio stilosa e intellettuale. Attenzione: solitamente questo luogo è frequentato da studenti di medicina e chimica. Se vuoi passare inosservato indossa un maglioncino neutro e una capiente borsa di tela!

Biblioteca del MAXXI

Immersione nello studio profondo al MAXXI
Non sembra anche a voi una navicella spaziale?

Spero siate muniti di un qualsiasi mezzo di trasporto, perché il luogo che vi sto per proporre si trova da tutt’altra parte rispetto al Caffè Letterario. Della serie che faresti prima a circumnavigare il globo, piuttosto che andare qui a Via Guido Reni, nel quartiere FlaminioMa fidatevi, ne vale proprio la pena! Eh si, perchè oltre a trovarsi proprio all’interno di uno dei musei romani più importanti, gode di una bella biblioteca, tutta imbiancata, e di tutte le comfort stuff utili per lo studio. Un’aula forgiata nel silenzio e nella calma, dove troverete oltre 40.000 pubblicazioni tra arte, architettura e fotografia!

Anche qui, basterà pagare una piccola quota che, prima della pandemia, si aggirava attorno ai 5 euro. Chissà, poi magari vi scappa una visita alle installazioni dei piani superiori, proprio nel cuore di questa enorme struttura firmata da Zaha Hadid e Patrik Schumacher.

Cinema Troisi

Non sono i ragazzi presi dallo studio al Cinema Troisi
Immagine assolutamente non rappresentativa dell’aula. Ci vorrebbero circa trecento persone in più!

Dulcis in fundo, non poteva mancare lui: il Cinema Troisi. Proprio di fronte al MIUR, a due passi dalla nostra centrale, ecco un altro centro culturale, adibito a cinema, caffetteria, convegni e… aula studio. Una firma sul libricino degli ingressi, proprio accanto alla cassa, due gradini ed ecco che avrai a tua disposizione una piccola aula super attrezzata. Questo spazio è solitamente molto affollato e, da quando lo frequento – circa sei mesi -, non sono mai riuscita a sedermi all’interno. Si, perché gli studenti che si posizionano ai tavoli fanno un tour de force dall’apertura fino alla chiusura. Vi toccherà fare a gara per aggiudicarvi un posto vicino alla presa. Eppure, seppur tutto questo gran sovraffollamento, è l’unico posto, tra quelli che conosco, dove si respira aria di solidarietà. I ragazzi che ci bazzicano, lo fanno più che altro per trovare sostegno emotivo tra altri cento studenti come loro. Ormai quando ci vado, trovo sempre qualche viso conosciuto e chiacchierate durante le pause. Dai, propongo un cappuccino e poi ci vediamo un filmetto. Poi giuro che ricominciamo a studiare!

Ognuno di noi ha il proprio modo di studiare: chi fa una sola lunga tiratainsegnami ti prego -, chi si distrae facilmente, chi ha bisogno di ripetere ad alta voce e chi, invece, non può fare a meno di un aiuto dagli amici. Se, come me, non riesci a studiare a casa e hai bisogno di un luogo dove non ci sono distrazioni, ti consiglio di darti un’occhiata attorno e trovare il tuo bozzolo da studio: un luogo confortevole che si adatti alle tue esigenze.

Scritto da: Laura 5D

Written by: Aurora Vendittelli

Previous post

Post comments (0)

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0%