fbpx

Young

Premi PLAY per ascoltare

Traccia corrente

Titolo

Artista

Show attuale

Qualcosa alle 7

07:03 08:30

Show attuale

Qualcosa alle 7

07:03 08:30


Billy the Kid: la storia e la leggenda

Scritto da il 23 Novembre 2020

Soundtrack da ascoltare durante la lettura: “Ghost riders in the Sky” – Outlaws

Visualizza immagine di origine
Billy the Kid

Nella mitologia della frontiera quello di Billy The Kid è un nome che compare incessantemente. Denti sporgenti e sombrero calato di sbieco, la sua fama è legata principalmente alla sua rivalità con Pat Garrett. Fama questa che lo porterà a diventare il protagonista di molti film western e a far sì che la sua storia sia conosciuta dal grande pubblico. Tra questi spicca sicuramente il film di Sam Peckinpah, Pat Garrett e Billy the Kid, e regista tra gli altri de Il Mucchio Selvaggio.

Uno strano luogo di nascita

La prima peculiarità della vita di Billy the Kid riguarda proprio il suo luogo di nascita. Sebbene infatti egli sia una delle personalità più conosciute, se non la più conosciuta, del Vecchio West, Henry McCarty, questo il suo vero nome, nasce ben lontano dalle distese selvagge e polverose dell’Ovest. Nasce infatti il 23 novembre del 1859 a New York, nell’Isola di Manhattan, da genitori irlandesi. McCarty è infatti quello che gli uomini del Sud definirebbero uno yankee. Il giovane entrerà in contatto con la frontiera nel 1873, dopo il matrimonio della madre con William Antrim. La famiglia si trasferirà a Silver City, nel Nuovo Messico.

Nemici-amici: Pat Garrett e Billy the Kid

Una delle rivalità più famose del Vecchio West nasce in realtà da un’amicizia. Infatti prima di diventare sceriffo della contea di Lincoln, nel 1880, Pat Garrett era un barista, ex cacciatore di bisonti.

Visualizza immagine di origine
Pat Garrett

I due sono persino ritratti insieme in una foto. L’amicizia tra loro, però, era destinata a durare poco. Billy the Kid era un fuorilegge, membro della banda dei Regolatori, nata durante quella che è passata alla storia come la Guerra della contea di Lincoln. Il conflitto è nato in seguito all’uccisione del datore di lavoro di Billy, un proprietario di ranch inglese di nome John Tunstall, per cui il ragazzo lavorava come guardiano di mandrie. La banda dei Regolatori nasce proprio per vendicare la morte di Tunstall. Billy the Kid è ormai un fuorilegge a tutti gli effetti e questo lo porterà a condurre una vita da fuggitivo. Grazie ad un’astuzia non comune egli riuscirà ad evitare alcuni arresti e ad evadere più volte di prigione. Pat Garrett aveva già posto una taglia sulla sua testa di cinquecento dollari, al tempo una cifra non indifferente. Fatto prigioniero in seguito ad un imboscata di Garrett, uccide due dei suoi vice, James Bell e Robert Ollinger, incaricati di tenerlo d’occhio durante la sua prigionia, e riesce a fuggire.

Quien es?

La fuga però non dura a lungo. Billy the Kid viene ucciso da Pat Garrett e due suoi uomini il 14 luglio del 1881. Le circostanze non sono del tutto chiare. Quella più accreditata riguarda un interrogatorio a casa di un amico del ragazzo di nome Pete Maxwell, da parte di Garrett e due vice. Il fuorilegge sarebbe entrato improvvisamente a casa, brandendo un coltello e gridando le parole Quien es? “chi è?” In spagnolo. Riconosciuta la voce di Billy, gli uomini gli spararono. Billy the Kid sarebbe morto alla giovanissima età di ventun anni. In seguito a tali vicende, Pat Garrett scriverà una biografia del suo vecchio rivale, che renderà ancora più famosa la sua storia.

21 anni e 21 morti

Per finire, una leggenda abbastanza comune riguarda le uccisioni di Billy the Kid, che ammonterebbero a ventuno, una per ogni anno di vita. Con ogni probabilità si tratta di un numero esagerato, tant’è che le uccisioni accertate sono molte meno: se ne contano infatti un massimo di nove. Il numero è principalmente legato alle sparatorie durante la Guerra del bestiame di Lincoln, ma in situazioni così caotiche è difficile stabilire realmente chi ha ucciso chi.

Nonostante le numerose controversie, la leggenda di Billy the Kid ispira tutt’ora racconti e film, a dimostrazione della sua fama.


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.