fbpx

Young

Premi PLAY per ascoltare

Traccia corrente

Titolo

Artista


Le ultime 5 canzoni trasmesse:

I'M WITH YOU

AVRIL LAVIGNE

FIORI DI CHERNOBYL

MR.RAIN

DUE NOI

FADI

FEVER

THE BLACK KEYS

È LA SCIENZA, BELLEZZA!

JOVANOTTI


Bauli in piazza, il sostegno dei big della musica

Scritto da il 14 Ottobre 2020

Soundtrack da ascoltare durante la lettura: “Tra palco e realtà” – Ligabue

Bauli in piazza, da Vasco a Eros sostegno alla manifestazione degli addetti ai lavori dell’indotto dello spettacolo.

Da Vasco a Eros, sostegno a Bauli in piazza, gli addetti eventi dal vivo chiedono al governo regole per ripartire.

Vasco Rossi, Eros Ramazzotti, Piero Pelù, Nek, i Subsonica, Fiorella Mannoia, Biagio Antonacci, Gianna Nannini sono solo alcuni degli artisti che, sui social, hanno espresso la loro solidarietà agli addetti del settore degli eventi dal vivo, che sabato scorso sono scesi in piazza Duomo, a Milano, con i loro flightcase, per la manifestazione Bauli in piazza, con cui hanno chiesto al governo regole chiare e uniformi per ripartire.
In poche ore le immagini della manifestazione hanno fatto il giro dello stivale, complice come sempre il web che ha reso virali gli scatti della piazza invasa dai tanti lavoratori dello spettacolo dal vivo in seria difficoltà, ma con tanta voglia di una ripartenza con regole chiare. In tanti hanno dato il loro appoggio alla manifestazione, gente comune e grandi nomi dell’indotto dello spettacolo.

Bauli in piazza

“Siamo con voi!” ha scritto Vasco, mentre Cesare Cremonini ha raccontato che, tra gli addetti del settore, 570mila in tutta Italia, “qualcuno ora lavora per Amazon. Altri si sono reinventati una occupazione. Moltissimi sono fermi. Non hanno più un lavoro da mesi. Io sono un cantante, creo insieme a loro progetti che uniscono squadre di centinaia di questi uomini e donne. Se c’è un momento per aiutarci e decifrare cosa stia accadendo oggi al mondo della musica, degli eventi e dello spettacolo, è questo. Un universo che non ha bisogno di applausi, ma di regole da seguire per rimettersi in moto e progettare il futuro”.

“Questi bauli, sui quali normalmente viaggia tutto quello che serve a costruire la magia della musica, oggi sono vuoti e quelle migliaia di professionisti che non vedono un futuro chiedono di non essere dimenticati. Siamo con voi!” ha aggiunto Nek.

“In Piazza Duomo a Milano – hanno scritto i Negritac’erano tantissimi amici, con cui abbiamo condiviso chilometri, concerti, esperienze. Sono i nostri compagni di viaggio, quelli che ci permettono di fare i concerti. Loro sono fermi, senza lavoro ormai da febbraio e la situazione non promette niente di buono. Ripartire è fondamentale, sono più di 570.000 i professionisti che devono tornare al lavoro, è il momento di fare qualcosa!”.

Non possiamo che dare anche noi il nostro contributo solidale alla manifestazione diffondendo questo messaggio. Che sia di buon auspicio per un rilancio concreto, sicuro e sopratutto vivo.

Taggato come

Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.