fbpx

Young

Premi PLAY per ascoltare

Traccia corrente

Titolo

Artista


Arriva il vino di unicorno color rosa: perché sarà il trend del 2019

Scritto da il 9 Gennaio 2019

La cantina spagnola Gik Live! ha prodotto un vino particolare: è rosa, glitterato, dolce e fruttato, e deriva direttamente dalle lacrime degli unicorni. O meglio, questo è quanto il marketing dell’azienda ha tirato fuori per sponsorizzare al meglio il prodotto, che negli ultimi giorni è particolarmente popolare sui social networks.

Secondo alcuni esperti del settore, questo vino particolare sarà uno dei Food Trend del 2019. Perché?

Innanzitutto, l’unicorno è una delle figure mitologiche più apprezzate, che ricorre abitualmente nelle case di tutto il mondo sotto forma di peluche o cuscini glitterati, ma viene anche particolarmente gradito, in media, da qualsiasi adulto, proprio per il senso di dolcezza e innocenza che trasmette.

Un altro importante fattore è il colore: dopo pochi mesi dal lancio del vino blu, entrato in tendenza su tutti i social, era inevitabile che venisse lanciato sul mercato, da parte sempre della stessa azienda vinicola, un altro prodotto, stavolta con un colore differente. La scelta di marketing in questione è molto semplice: quale giovane non è attratto da un delicato e sobrio “rosa pastello”, sfondo rassicurante del fluttuante e glitterato cavallo alato che tutti almeno una volta nella vita abbiamo sognato di possedere?

Il terzo importante fattore è il sapore, e di conseguenza l’odore: la generazione dei Millenial “non è particolarmente abituata al vino e non ha provato molte altre etichette”, come spiegano i suoi ideatori, per cui quale migliore scelta se non un retrogusto dolce, fruttato e che non sia troppo di impatto sul palato ancora ‘puro’ dei giovani?

Il tocco finale è poi dato dall'”ingrediente segreto“: se colpito da una particolare luce, infatti, il vino brilla intensamente, ricordando molto la polvere fatata delle nostre fiabe preferite.

Niente paura, comunque, come sottolineano nel sito di Gik Live!, “il processo di estrazione delle ‘lacrime’ è completamente naturale ed è in attesa di brevetto”.


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.