fbpx
play_arrow

keyboard_arrow_right

skip_previous play_arrow skip_next
00:00 00:00
playlist_play chevron_left
volume_up
chevron_left
  • play_arrow

    Young Premi PLAY per ascoltare

  • play_arrow

    Deep

  • play_arrow

    Relax

  • play_arrow

    Passion

Eventi

A che ora apre l’Ariston? Il backstage di Sanremo

today11 Gennaio 2023

Background
share close

Soundtrack da ascoltare durante la lettura: “Brividi” – Mahmood e Blanco

Da qui a febbraio voicebookradio.com vi farà compagnia con una serie di articoli che vi accompagnerano fino all’inizio kermesse musicale più dibattuta e seguita dell’anno. Il Festival di Sanremo.

Come ogni anno iniziano già molte settimane prima i rumors intorno al Festival di Sanremo. Da chi dice che non lo guarderà mai e poi resta incollato quasi ogni sera alla tv, fino a chi non può farne a meno e aspetta questa magica settimana da un anno intero. Ci sono gli estimatori reali e gli haters senza mezzi termini, ma si sa, per eventi così importanti, ciò che conta è che se ne parli. Nel bene e nel male.

E così, a partire da questa settimana, vi farò compagnia con una serie di articoli che vi porteranno passo passo verso la serata iniziale del Festival. Vi aggiornerò sui gossip, sulle novità, sugli ospiti, sulle curioistà che verranno irrimediabilmente fuori piano piano. E allora cominciamo subito dando uno sguardo al backstage già animatissimo dell’Ariston.

sanremoIl festival galleggiante

Tanto per cominciare è stato annunciato che, nella serata d’apertura del 7 febbraio, ci sarà Salmo a collegarsi dalla piattaforma galleggiante in Costa Smeralda. Un ulteriore colpo ben assestato da Amadeus per conquitare i giovani. L’artista è reduce dal gran successo dei suoi live e dal docufilm che racconta i suoi concerti fatti di bagni di folla ed entusiasmo assoluto.

Sulla pagina fecbook del Festival di Sanremo ci sono continui aggiornamenti e soprattutto moltissime “reactions” da parte degli utenti che commentano in modo più o meno diplomatico le scelte artistiche di Amadeus. C’è, per esempio, chi lamenta la predominanza maschile nella conduzione del Festival nel corso dei decenni. Scelta che, secondo alcuni, relega le donne al semplice compito di “affiancatrici” impegnate in “passerelle” fatte di abiti strabilianti ed interventi troppo ridotti. Ma, si sa, la voce del popolo ha sempre qualcosa da ridire… Voi che ne pensate?

Backstage dei big

Nella serata del 16 dicembre sono stati eletti i partecipanti di Sanremo Giovani e, per l’occasione, sono intervenuti anche molti big che saranno in gara. Sono stati pubblicati bellissimi scatti che ritraggono gli artisti già carichi di entusiasmo per la gara.

SANREMODa Giorgia a Marco Mengoni, da Elodie a Ultimo a J-Ax degli Articolo 31 che tornano direttamente dagli anni 89-90 per animare il festival insieme all’altro gradito ritorno di Paola e Chiara. Un tripudio di abbracci e sorrisi fra artisti che si incontrano e si scontrano in concorso, ma che sono ben lieti di potersi finalmente godere un’edizione senza restrizioni e senza limitazioni di alcun tipo.

sanremoSembra di essere tornati ai vecchi tempi, ai bagni di folla, al contatto col pubblico, alla platea stracolma e al red carpet sfavillante delle edizioni di qualche anno fa. Un gran bel sollievo per Amadeus e la sua squadra che hanno dovuto “rilevare” il Festival del periodo più critico per il mondo dello spettacolo.

Fra i big in gara ci saranno, come già saprete, moltissime nuove leve. Croce e delizia per il pubblico che si sta dividendo automaticamente a metà. I giovanissimi stanno riacquistando interesse verso il Festival grazie proprio alla partecipazione dei loro beniamini che portano nuove sonorità e una vera e propria aria di “svecchiamento”. Bisogna rendere merito ad Amadeus che ha compiuto questo autentico miracolo!

Siamo tutti critici musicali

Gli spettatori più “adulti” si domandano ironicamente chi siano questi giovani artisti dai nomi improbabili e mai ascoltati nelle loro playlist. Eppure c’è chi non è ancora contento e, dalla pagina Facebook del Festival, fanno capolino commenti del tipo: “L’Italia negli anni, e’ riuscita a trasformare San Remo in una passerella di vecchie cariatidi e canzonette in cerca di esposizione”. Ma il bello di Sanremo è proprio questo e cioè che, come durante i Mondiali di calcio diventiamo tutti commissari tecnici, durante la settimana Sanremese diventiamo tutti critici musicali e talent scout e abbiamo a tutti i costi il bisogno di dire la nostra.

Ma, in fin dei conti, che male c’è? Vi aspetto neiprossimi articoli per tenervi aggiornati su tutte le novità del Festiva. Restate connessi!

Written by: Valentina Proietto Scipioni

Previous post

Post comments (0)

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0%