fbpx

Young

Premi PLAY per ascoltare

Traccia corrente

Titolo

Artista


40 anni fa moriva Ian Curtis

Scritto da il 18 Maggio 2020

Durante la lettura si consiglia l’ascolto del brano “Love will tear us apart – Joy Division”

Quaranta anni fa moriva Ian Curtis, trovato morto dalla moglie Deborah Curtis in casa. Con la sua morte morirono anche i Joy Division, ma la sua memoria, legata indissolubilmente alla band è sempre viva.

Nel 2007 infatti la sua storia è stata portata al cinema dal regista e fotografo olandese Anton Corbijn nel suo film Control. Secondo il film prima di suicidarsi Curtis guardò il film La ballata di Stroszek di Werner Herzog e ascoltò l’album The Idiot di Iggy Pop. Varie le band che gli hanno dedicato brani: gli U2 con A Day Without Me, i Cure con The Holy Hour e Alkaline Trio gli ha dedicato Help Me.

Ecco gli eventi in streaming di oggi 18 maggio 2020 dedicati alla sua memoria:

Moving Through The Silence: Celebrating The Life And The Legacy Of Ian Curtis, con lo scopo di raccogliere fondi per il centro di salute mentale di Manchester (Ian Curtis soffriva di epilessia e depressione). Il tributo si può seguire in diretta sul sito ufficiale di United We Stream, oppure sulla pagina Facebook. Si esibiranno dal vivo gli Elbow, i Kodaline, i LoneLady e i Lottery Winners.

Inoltre sarà in streaming per 24 ore sulla pagina Facebook e YouTube dei Joy Division e della band, i The Light, So This Is Permanent, il concerto del 2015 alla Christ Church di Macclesfield in cui Peter Hook, il bassista del gruppo, suonò tutte le canzoni dei Joy Division. Si potrà finanziare l’associazione The Epilepsy Society.


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.