fbpx

Young

Premi PLAY per ascoltare

Traccia corrente

Titolo

Artista

Show attuale

Qualcosa alle 7

07:03 09:00

Show attuale

Qualcosa alle 7

07:03 09:00


12 Febbraio, Darwin Day: perché si festeggia proprio oggi il padre dell’evoluzionismo?

Scritto da il 12 Febbraio 2019

Come ogni anno, il 12 Febbraio si ricorda il padre della teoria dell’evoluzionismo Charles Darwin, l’uomo che attraverso l’appassionata e caparbia osservazione scientifica della miriade di specie animali e vegetali che popolano la nostra Terra oggi, è arrivato a comprendere una delle più grandi verità di sempre: ogni creatura è stata, è e sarà frutto di un processo evolutivo senza eguali, in cui concorrono moltissimi fattori, a partire dalla legge del più forte.
Oggi, peraltro, cadono i 160 anni dalla pubblicazione dell’opera più preziosa dello scienziato britannico, la sua “Origine della specie“.

Ma perché proprio e ancora in questa giornata, a distanza di tanti anni, festeggiamo la figura di un personaggio storico come Darwin?
Innanzitutto, bisogna sapere che la scelta della giornata risale al lontano 19 Aprile del 1882, quando Inghilterra e Stati Uniti decisero di dedicare il giorno della nascita dello scienziato, anziché quella della dipartita, alla sua memoria.

L’iniziativa, inizialmente circoscritta a queste due nazioni, è poi diventata una tradizione mondiale molto sentita soprattutto dalla comunità scientifica, non solo per il giusto tributo ad una figura inizialmente derisa e aspramente criticata da molti scettici o ferventi credenti che non ritenevano possibile conciliare creazionismo ed evoluzionismo, ma anche per il messaggio simbolico di cui il Darwin Day si fa portavoce: mai smettere di essere curiosi, di porsi domande, di far sentire la propria voce anche quando va controcorrente.


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.