Young

La voce degli studenti

Current track

Title

Artist


Perché siamo dipendenti da certi brani musicali?

Written by on 15 Marzo 2019

Tutti noi abbiamo la consapevolezza che esiste un immenso universo musicale, ciononostante possiamo continuare per mesi (se non addirittura anni) a sentire sempre le stesse canzoni. Aumento del battito cardiaco, brividi lungo la schiena, piacere intenso…ognuno ha i propri artisti preferiti.

Un nuovo studio pubblicato su PNAS (Proceedings of the National Academy of Sciences) ha individuato il responsabile neurochimico di queste sensazioni: la dopamina. Grazie a un’alterazione farmacologica, i ricercatori hanno mostrato che un aumento di dopamina, ottenuto con la levodopa, rispetto a un suo abbassamento, provocato dal risperidone, portava a maggiori sensazioni di piacere nei partecipanti durante l’ascolto della musica (che includeva le loro canzoni preferite). Non solo: aumentava anche le loro risposte motivazionali, rendendoli disposti a pagare di piú per un brano musicale.

Non si tratta di aver trovato la “pillola magica” che vi farà apprezzare di piú i prossimi concerti. Al contrario: un sistema funzionante è capace da solo di aumentare i propri livelli di dopamina, un neurotrasmettitore essenziale per il funzionamento emotivo e cognitivo dell’essere umano. Come?

Ascoltate la musica che più vi piace, e lasciate che il vostro cervello faccia il resto.

Di Andrea Valitutti


Reader's opinions

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.