Young

La voce degli studenti

Current track

Title

Artist


20 anni dalla morte di Fabrizio De Andrè

Written by on 11 Gennaio 2019

Era l’11 Gennaio 1999 quando se ne andava uno dei più grandi cantautori italiani: Fabrizio de Andrè. L’artista genovese si spense a soli 59 anni, lasciando un vuoto nel panorama musicale italiano e nel cuore di chi ha amato le sue canzoni.

De Andrè era un genio ribelle, a cui stavano strette convenzioni ed istituzioni, e proprio nella musica faceva emergere tutta questa sua voglia di evasione e rottura. Era solito raccontare storie di vita di persone emarginate, rilegate ai limiti della società, i cosiddetti ‘ultimi’.

Questa sua tendenza si sviluppò soprattutto dopo gli anni ’60, quando lasciò gli studi ed andò a vivere con una prostituta frequentando le persone più umili, con grandissimo disappunto da parte della famiglia.

Da quello stile di vita e dal suo infinito amore per la letteratura, sono nati così i suoi testi, ispirati ai romanzi di Bakunin, Proust e Dostoevskij, che lo hanno portato ad essere una voce fuori dal coro, già allora e per sempre.

A 20 anni dalla sua dipartita possiamo affermare convinti che il Faber è ancora tra noi, ed incanta anche le generazioni nate dopo la sua morte. Qui sotto potete vederlo mentre si esibisce con uno dei suoi pezzi più celebri: il Pescatore


Reader's opinions

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.